Virgilio Sport

Inter, il gesto di Zhang scatena una nuova polemica

Il presidente dell’Inter decide di donare 100 mila euro all’Ospedale Sacco per l’emergenza Coronavirus ma sui social partono le solite accuse

05-03-2020 08:50

Inter, il gesto di Zhang scatena una nuova polemica Fonte: Ansa

Il calcio italiano, così come tanti altri settori del nostro paese, sta vivendo un momento di grande confusione. Ieri è arrivato il decreto dal Governo che ha deciso che tutte le gare si giocheranno a porte chiuse fino al 3 aprile. Una decisione attesa da tempo che mette fine almeno per il momento alle polemiche.

E anche l’Inter ha voluto affrontare questa situazione che va oltre il mondo del calcio con la scelta del presidente Steven Zhang che ha annunciato la donazione di 100 mila euro al Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche del Sacco di Milano. “L’Inter – ha detto Zhang – ha un legame indissolubile con la città di Milano ed è orgogliosa della dedizione con cui tutto il personale dell’Ospedale Sacco sta facendo fronte alla eccezionalità della situazione. Fin dall’avvio dell’emergenza abbiamo seguito con particolare attenzione e apprensione l’evoluzione della situazione, sia come club sia come azionista, rimarcando in tutte le sedi come l’unica priorità fossero la salute pubblica e la sicurezza. Per questo l’Inter sente il dovere di sostenere il Sacco”.

Le reazioni social

Ma anche un gesto di solidarietà e di aiuto può essere letto in tanti modi diversi come testimoniano i commenti che sono stati pubblicati su Twitter nelle ultime ore. Sono tantissime anche le critiche arrivate al numero uno nerazzurro: “Un bel gesto ipocrita – scrive Joseph – Un miliardario che in proporzione ha donato meno di me. E comunque ha donato più Georgina Rodriguez. Anche su questo vi battiamo. E senza farsi pubblicità” e ancora “Il livello di squallore dei soliti noti che si vantano in pubblico di una donazione effettuata dal proprio presidente (per il quale quanto devoluto corrisponderà al reddito di un giorno di lavoro) in relazione all’emergenza sanitaria è ineguagliabile”.

Ma c’è anche chi difende la scelta di Zhang: “Gli unici che criticano il gesto nobile, sono juventini, gli unici in grado di festeggiare una coppa su 39 cadaveri. Nulla di cui sorprendersi” e ancora “Se Dio fosse stato interista, i tifosi juventini avrebbero avuto da ridire: “ed ma in 7 giorni poteva fare di meglio, mica doveva sbandierare la creazione come chissà cosa”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...