Virgilio Sport

Juve caso Pogba, c’è l’ipotesi patteggiamento: il francese in campo dopo 18 mesi ma Giuntoli già guarda avanti

Paul Pogba potrebbe tornare in campo dopo 18 mesi se si dovesse raggiungere un accordo per il patteggiamento: decisivo l’assunzione involontaria della sostanza proibita ma la posizione della Juve sul mercato non dovrebbe cambiare

04-12-2023 13:33

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Paul Pogba sembrerebbe deciso a cambiare strategia e dopo aver difeso a oltranza la sua posizione, ora starebbe pensando ad un’ammissione di responsabilità nei confronti della giustizia sportiva e dall’Inghilterra aumentano le voci che riguardano un possibile patteggiamento del giocatore della Juventus.

Pogba: c’è l’ipotesi patteggiamento

Dopo mesi di silenzio si torna a parlare del caso Pogba, il giocatore francese della Juventus è stato trovato positivo al testosterone dopo un controllo antidoping effettuato alla fine del match con l’Udinese. A distanza di qualche settimana il risultato dei test è stato confermato anche dalle controanalisi, il calciatore è stato fermato immediatamente dalla giustizia sportiva come avviene in casi del genere e per lui è cominciato un lungo processo giudiziario.

Pena ridotta a 18 mesi

Dalla sospensione cominciata l’11 settembre scorso è cominciata una nuova fase del caso del centrocampista della Juventus. Paul Pogba, dopo aver vagliato l’ipotesi di combattere contro la squalifica, sembra ora propenso a voler chiudere la questione il prima possibile evitando di trascinare il lungo processo con la giustizia. Per questo motivo si sta parlando sempre con maggiore insistenza di un possibile accordo e di un patteggiamento. In un primo momento infatti era stata ventilata anche l’ipotesi di una pena di 4 anni di squalifica per il francese, e invece in caso di accordo la pena potrebbe rientrare tre i 18 e i 24 mesi che gli permetterebbero di tornare alla sua carriera e di rivederlo in campo già nel 2025.

Assunzione involontaria: la tesi dei difensori

La strada del patteggiamento sembra essere un’ipotesi praticabile ma per arrivarci servirà l’accordo di tutte le parti in campo. Se Paul Pogba e il suo staff di legali dovesse riuscire a dimostrare che l’assunzione della sostanza incriminata è stata non intenzionale potrebbe riuscire ad ottenere un sostanziale sconto sulla sua squalifica. Molto dipenderà anche dalla posizione del procuratore antidoping Pierfilippo Laviani. Ma nelle ultime ore in tanti sono convinti che la strada del patteggiamento sia quella più percorribile.

Giuntoli già guarda al futuro

La pena ridotta a Pogba nel suo processo per doping sembra però non avere nessun impatto sulla programmazione della Juventus. Il club bianconero in piena lotta per lo scudetto, infatti, sembra intenzionato a tornare sul mercato nella finestra di gennaio anche perché c’è da fare i conti anche con la squalifica di Fagioli. Potrebbe però raffreddarsi la pista che porta a Fabian Ruiz, visto che il giocatore spagnolo si è fatto male nel corso della gara tra Le Havre e PSG e potrebbe stare lontano dai campi per qualche tempo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...