Virgilio Sport

Marelli fa chiarezza su rigore pro-Juve e polemiche Napoli-Inter

La giornata arbitrale vista ai raggi X

Pubblicato:

Marelli fa chiarezza su rigore pro-Juve e polemiche Napoli-Inter Fonte: Ansa

Poche polemiche ma diversi episodi controversi nella giornata di campionato di ieri. Nel suo consueto blog l’ex arbitro Luca Marelli fa chiarezza sui casi più discussi e si sofferma in particolare su Juventus-Cagliari e Napoli-Inter.

IL RIGORE – In occasione del rigore per la Juve, quando la gara era ancora aperta, molti hanno segnalato un tuffo di Dybala dopo il contatto con Rog ma Marelli dice: “Non solo è buona la posizione di Giacomelli ma anche la prospettiva è ideale per giudicare quanto avviene in area di rigore: Poco da aggiungere sulla decisione. E’ vero che Dybala ha accentuato la caduta ma il fallo è chiaro…Giusto non ammonire: azione potenzialmente pericolosa ma Rog ha tentato di contendere il pallone a Dybala.

QUI SAN PAOLO – Spostandosi al San Paolo Marelli analizza le proteste dell’Inter al 15′ per un contatto tra Di Lorenzo e Lukaku, sul quale Doveri lascia correre: “Fallo che appare abbastanza evidente sebbene Lukaku accentui il contatto e, soprattutto, cada in area ben dopo l’intervento del difensore. Probabile che Doveri sia stato parzialmente ingannato proprio dalla caduta ritardata di Lukaku. Il fallo c’era ma, in ogni caso, abbondantemente fuori area (ciò che ha impedito qualsiasi intervento del VAR)”.

GOL ANNULLATO –  Al 24esimo minuto il Napoli trova la via della rete ma tutto viene vanificato da un fischio di Doveri che sanziona un fallo di Callejon. Decisione giusta per Marelli: “Callejon, nel tentativo di colpire il pallone, si appoggia chiaramente su Biraghi che, per la conseguenza dell’infrazione, impedisce la giocata di Handanovic che successivamente perderà il controllo del pallone”.

GIALLO ECCESSIVO – Fa discutere anche l’ammonizione di Skriniar per una trattenuta a Mario Rui. Lo slovacco era diffidato e sarà squalificato: “Doveri lascia proseguire l’azione applicando la norma del vantaggio e, una volta uscito il pallone dal terreno di gioco, ammonisce Skriniar. L’ammonizione può essere solo per un motivo (escludendo l’imprudenza che non può sussistere in caso di trattenuta): per SPA. Come sappiamo, però, in casi del genere è ormai materia accertata che, una volta concretizzatosi il vantaggio (infatti il Napoli è andato al tiro), l’ammonizione deve essere depenalizzata proprio perché l’azione potenzialmente pericolosa si è ugualmente sviluppata”.

ULTIMO CASO – Infine al minuto 91 l’Inter reclama un calcio di rigore per un contatto tra Di Lorenzo e Lautaro: “Di Lorenzo tocca il pallone con il piede sinistro ma, contemporaneamente, la gamba sinistra di Lautaro con la sua gamba destra. Episodio al limite e che si presta ad interpretazioni differenti, molto difficile esprimere un giudizio non discutibile. A mio parere è legittimo lasciar correre, non vedo un contatto di particolare rilevanza”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...