,,
Virgilio Sport SPORT

Montezemolo nostalgia Ferrari: la rivelazione su Senna

L'ex presidente Ferrari a ruota livera su Schumacher e la rivalità tra Vettel e Leclerc. E su Ayrton dice...

La Ferrari mi manca, mi manca tutto della Ferrari“. Parole e musica che sanno di amarcord miste a un pizzico di nostalgia. Non uno qualunque ma colui che è stato il padrone di casa a Maranello per decenni. Stiamo parlando di Luca Cordero di Montezemolo che ha parlato a ruota libera del passato, presente e futuro della rossa  a #CasaSkySport raccontando alcuni indimenticabili momenti tra rimpianti, orgoglio e prospettive future.

Nostalgia Ferrari. Montezemolo, ex presidente della Ferrari dal ’91 al 2013, è stato ospite dell’appuntamento di #CasaSkySport rispondendo ai fan di Maranello, della F1 e dei motori in generale: “Mi manca tutto della Ferrari, le persone, l’ambiente… Sono entrato nel ‘73 come assistente di Enzo Ferrari. Con Niki Lauda abbiamo vinto nel 1975, perso per mezzo punto l’anno dopo e poi vinto ancora. Ho passato 30anni in Ferrari, quindi meta della vita dell’azienda e della mia. Ho vinto con tanti piloti 19 campionati, tra piloti e costruttori, normale che mi molto molto quell’ambiente”.

Il rimpianto più grande: “Non aver portato Ayrton Senna. Lui venne a casa mia a Bologna il mercoledì prima dell’incidente tragico di Imola (1 maggio ’94, ndr) e mi disse che voleva correre a tutti i costi con noi e di liberarsi dalla Williams. Ci accordammo per sentirci dopo Imola, ma poi accadde quel che accade. Voleva venire da noi e sarei stato ben lieto di averlo”.

La stella Schumacher. La Ferrari però qualche anno dopo quel campionissimo lo ha avuto lo stesso: “Senna sarebbe stata la ciliegina sulla torna, che poi è stato Schumacher. Michael è stato preso al momento giusto, due anni prima non avevamo la macchina per vincere, lui è arrivato dopo un grande lavoro di riorganizzazione e quando poteva fare la differenza perché nessuno ha fatto quello che ha fatto lui, Schumi è entrato nella storia della Ferrari”.

La Ferrari di oggi e domani. Impossibile non chiedere a Montezemolo un parere su quello che è il momento del cavallino rampante: “Ha quasi tutto per vincere ed è troppo che non vince, senza arrivare in fondo a giocarsi il titolo”. Sulla rivalità tra i due piloti attuali, Vettel e Leclerc, l’ex numero 1 di Maranello dice: “Vettel era pilota che Schumacher avrebbe voluto a tutti i costi prima di passare alla Red Bull ma era immaturo e preferimmo Alonso, al di là di alcuni aspetti caratteriali, ha fatto grandi cose e perso due Mondiali all’ultimo. Vettel ha bisogno di essere sostenuto, sbaglia sotto pressione ma è moto forte. Leclerc è fortissimo, speriamo non si monti troppo la testa.

In conclusione un consiglio al team principal Binotto sulla loro gestione: “La convivenza tra Vettel e Leclerc sarà difficile da gestire per Mattia. Bisogna spiegare loro che si corre per la Ferrari, come come feci io con Barrichello“.

 

SPORTEVAI | 04-04-2020 19:54

Montezemolo nostalgia Ferrari: la rivelazione su Senna Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...