,,
Virgilio Sport SPORT

Tuffi

Caratteristiche, regole principali e risultati dei Tuffi a Tokyo 2020. Le medaglie assegnate in tutte le discipline

Tuffi Fonte: IPA

CALENDARIO GARE DI TUFFI

Le specialità olimpiche sono 2: trampolino da 3 mpiattaforma da 10 m. Eseguite ugualmente da uomini e donne sia in singolo che in accoppiata sincro, durante la quale i tuffatori eseguono contemporaneamente lo stesso tuffo.

Azzurri e azzurre in gara nei tuffi

L’Italia può contare su 6 tuffatori, dopo l’addio alle gare della immensa Tania Cagnotto.
Noemi Batki; Elena Bertocchi; Sarah Jodoin di Maria; Chiara Pellacani; Lorenzo Marsaglia; Giovanni Tocci

I tuffi sono tutti codificati e si dividono in:

  • in avanti
  • all’indietro
  • rovesciati (eseguiti, partendo con il corpo di fronte all’acqua, con un’immediata rotazione all’indietro in fase di volo),
  • ritornati (eseguiti saltando con le spalle rivolte all’acqua), 
  • con avvitamento (il corpo effettua una rotazione su sé stesso)
  • dalla verticale (questi ultimi, affrontati con le mani sul bordo e il corpo in verti­cale, possono essere eseguiti solo dalla piattafor­ma).

Il coefficiente di difficoltà

Il tuffo ha una diversa definizione a seconda della posizione del corpo:

  • Tesi,
  • carpiati (ovvero eseguiti flettendo il corpo all’altezza delle anche),
  • raggruppati
  • liberi

A se­conda della specialità e del livello della gara, inve­ce, i concorrenti hanno a disposizione un determi­nato numero di prove, con o senza limite di coeffi­ciente di difficoltà. Ogni tuffo ha un livello diverso di difficoltà espresso in un valore numerico che, moltiplicato per il voto dei giudici, determinerà il punteggio.

Nella gara olimpica è prevista prima un turno preliminare, poi una semifinale a 18 concorrenti; di questi, i primi 12 vengono ammessi alla fi­nale, dove la classifica definitiva viene stilata som­mando i punteggi della finale e della semifinale.

I tuffi sono nel programma delle Olimpiadi dal 1904. Vengono realizzati da altezze diverse: esistono
le gare da 1 metro, 3 metri e 10 metri. Fuori dal programma dei Giochi esistono anche competizioni
dove i tuffatori si buttano anche da 30 metri.

Storia

L’origine di questo sport viene fatto risalire al 1881 grazie a un gruppo di tedeschi. I tuffi vennero
apprezzati anche dai ginnasti per i loro allenamenti e si diffusero anche a Roma(Ponte Milvio) e in
Gran Bretagna. In Germania nacquero le gare ufficiali mentre in Italia il primo campionato
nazionale avvenne nel 1900 a Milano, presso i Bagni di Diana.

Calcolo punteggio

I giudici valutano 3 elementi: la partenza, il volo e l’entrata in acqua. I fattori principali che
influenzano la decisione sono:
l’altezza massima raggiunta dall’atleta in volo, preferibilmente la più elevata possibile.
la qualità e la lunghezza temporale della verticale sulle mani eseguita sulla piattaforma, se era prevista in entrata.
la distanza orizzontale dell’atleta dalla piattaforma durante il volo, che non dovrebbe essere pericolosamente corta ma non dovrebbe superare i 2 piedi (0,61 m).
la posizione del corpo durante l’acrobazia: in particolar modo, i piedi dovrebbero sempre toccarsi e le capovolte o gli avvitamenti dovrebbero essere eseguiti in modo corretto.
l’angolo di entrata, che dovrebbe essere di 90 gradi: il movimento deve finire ben prima
dell’entrata in acqua, ed il corpo allinearsi appropriatamente.

Tipi di tuffi

Esistono 6 principali gruppi di tuffi:
Avanti, nel quale il tuffatore salta guardando avanti e ruota in avanti.
Indietro, nel quale il tuffatore salta guardando la pedana e ruota indietro.
Rovesciato, nel quale il tuffatore salta guardando la piscina ma ruota indietro.
Ritornato, nel quale il tuffatore salta rivolto verso la pedana e ruota in avanti.
Avvitamento, comprendente qualunque tuffo nel quale l’atleta esegua un avvitamento.
Verticale, solo nelle gare da piattaforma, comprende qualunque tuffo nel quale si parta dalla
posizione verticale.
Inoltre, ci sono anche 4 diverse posizioni di rotazione:
Teso, con gambe e braccia completamente distese (la più difficile).
Carpiato, con gambe tese come sopra ma braccia piegate (di media difficoltà).
Raggruppato, con sia gambe che braccia piegate, in modo da formare una piccola palla (più facile e che permette la maggiore velocità di rotazione).
Libero, che comprende qualunque combinazione delle tre precedenti, ma deve contenere un
avvitamento.

LEGGI ALTRO

FAQ

Quanto è alto il trampolino dei tuffi?

Il trampolino sta sempre a 3 m di altezza, sia per gli uomini sia per le donne

Quanta è alta la piattaforma dei tuffi?

La piattaforma è sempre a 10 m sia per gli uomini sia per le donne

Cos'è un tuffo carpiato?

E' un tuffo eseguito flettendo il corpo all'altezza delle anche

Medaglie assegnate Olimpiadi Tokyo 2020

Maschile
Femminile
Tuffi/ Piattaforma 10 m sincro maschile
Gran Bretagna
Cina
ROC
Tuffi/ Trampolino 3m sincro maschile
Cina
USA
Germania
Tuffi / Piattaforma 10 m sincro
Cina
USA
Messico
Tuffi / Trampolino 3 m sincro
Cina
Canada
Germania

OLIMPIADI TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...