,,
Virgilio Sport SPORT

Pistocchi, il giudizio su Sacchi scatena il putiferio

Le parole del giornalista sull'ex grande allenatore del Milan scatenano i social

Continuano le scaramucce sui social discutendo amabilmente, o quasi, di calcio, in attesa che sia di nuovo “calcio giocato”. Fanno sempre discutere i tweet di Maurizio Pistocchi. Il giornalista di Mediaset stavolta ha tirato in ballo il suo amico Arrigo Sacchi. La riflessione e la promessa di rivelazioni future sull’allenatore che col Milan ha cambiato il calcio, oltre a vincere, tutto, ha scatenato la reazione dei tifosi, milanisti e non.

Milan: Sacchi, Van Basten e Ronaldo

Il tweet di Pistocchi che scatena la discussione è il seguente: “Il mio vecchio amico Arrigo Sacchi dice che non avrebbe preso Ronaldo il Fenomeno e non avrebbe scambiato Gullit e Van Basten con nessuno. La prima cosa è la dimostrazione dei suoi limiti – tutti li abbiamo – la seconda una piccola bugia. Lo racconterò nel mio libro”.

Se sulla prima parte, Pistocchi appare molto esplicito nel criticare il “rifiuto” di Ronaldo come un limite di Sacchi; nella seconda parte della sua affermazione è difficile pensare a chi si riferisca il giornalista. A quei tempi erano in pochi ad essere migliori dei due olandesi. Forse, viene da pensare, in attesa di un libro che Pistocchi vorrebbe far uscire per Natale, ci sarebbe quel Maradona che nel Napoli ha incrociato le armi proprio col Milan di Sacchi.

Pistocchi e Sacchi, la bagarre social è aperta

Complice la domenica il giornalista è stato molto loquace nel rispondere, quasi uno ad uno, alle sollecitazione, spesso critiche, dei tifosi. Parlando di Sacchi c’è chi ha scritto: “Ha le sue convinzioni e non lo schioda nessuno, ricordo che in Nazionale c’è stato spazio anche per gente come Zoratto e Baiano, uno come Arrigo sarà difficile che rinasca…” e Pistocchi amareggiato: “è stato un grandissimo fino al ’96”.

Idem con un’altra riflessione: “Sacchi mi ha rovinato la gioventù ma trovo affascinante che fosse talmente ossessivo e ossessionato da bruciarsi in soli 9 anni. Smettere avendo vinto tutto tranne un mondiale ai rigori di una finale giocata in sauna per motivi tv è molto più serio che vivacchiare per l’ingaggio”. “D’accordissmo con te” la risposta di Pistocchi.

La discussione sale di tono quando qualcuno mette in dubbio alcune “fisse” di Sacchi ai tempi: “Nel libro c’è anche che all’inizio preferiva Mussi e Bianchi a Maldini e Tassotti? Faceva vedere i video a Baresi di Signorini, spiegandogli i movimenti da fare?” chiede maliziosamente qualcuno, risposta: “chi ti ha detto questa stupidaggine? Faceva vedere a Tassotti, Galli, Baresi e Maldini come e quando la linea difensiva doveva salire per mettere in fuorigioco gli avversari: al Milan non l’avevano mai fatto”.

A chi sottolinea come il Milan di Sacchi abbia vinto poco in Italia: “Ha vinto un solo scudetto regalato dal Napoli con una squadra fortissima, già proprio un grandissimo allenatore…”, Pistocchi risponde per le rime: “Ha vinto più coppe in due anni di certe squadre in 100”.

Sono molti i tweet dei tifosi che mettono in dubbio il valore assoluto di Arrigo Sacchi che, a detta loro, avrebbe vinto nulla o quasi, al di fuori di quel contesto col Milan degli olandesi. In molti, milanisti esclusi, hanno giudicato “Sacchi allenatore sopravvalutato, se non fosse stato per Baggio avrebbe fatto flop pure ai Mondiali in Usa…”

SPORTEVAI | 25-05-2020 09:10

Pistocchi, il giudizio su Sacchi scatena il putiferio Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...