,,
Virgilio Sport SPORT

Sanremo 2020: Diletta Leotta e il fuoco amico delle critiche

Tante le critiche per il monologo sulla bellezza, che ha provocato colleghe di avviso molto, molto diverso

Per Diletta Leotta, che cosa imprime l’esperienza sanremese? Che cosa può conferire una simile opportunità a chi, come lei, è già un personaggio pubblico di abnorme popolarità e indubbio talento come ha dimostrato? La mole di critiche da smistare è quasi incontrollata, complice un monologo sulla bellezza (che capita, e non è capita) che è parso fin troppo debole soprattutto se paragonato alla potenza di quanto asserito da Rula Jebreal dallo stesso palco dell’Ariston.

Nonostante le sue parole, sempre misurate e alquanto diplomatiche, Diletta ha raccolto critiche a tratti argomentate, a volte impietose nei suoi riguardi. Quel monologo non ha che ribadito una certa ostilità.

Diletta Leotta e Paola Ferrari: la lite e il caffè

Nota è la diatriba tra la collega e conduttrice della Domenica Sportiva, Paola Ferrari, e le conseguenze scaturite dalle osservazioni della giornalista e volto Rai. Si attende la data del loro incontro, che pare cosa fatta. Ma la Ferrari non è la sola ad aver sottolineato una certa insofferenza per il modello incarnato dalla Leotta. La debolezza del monologo recitato da Diletta e certe frasi hanno suscitato critiche estreme, quasi infastidite nei riguardi della persona oltre che per i significati, di questo testo.

Francesca Barra: accusa su Instagram

Secondo Francesca Barra, giornalista e scrittrice nonché moglie dell’attore Claudio Santamaria, il volto di Dazn sarebbe ricorsa a una ulteriore rappresentazione si sé, senza ammettere davanti al pubblico sanremese di essersi migliorata rispetto agli anni addietro con presunti ritocchini estetici, come ha fatto intendere dal post condiviso su Instagram:

“L’ho sempre difesa dagli attacchi e lo sapete. Ma ieri sera non ho apprezzato il presuntuoso monologo di Diletta Leotta: un finto “smascheramento” che ha cercato la complicità del pubblico, senza riscontro. Se vuoi fare tv verità devi dire la verità, abbassare la maschera per davvero. Perché risulti solo retorica se ciò che dici non corrisponde a ciò che sei. Perché lei poteva liberarci dall’ipocrisia e raccontare che sì, si può avere paura di invecchiare. Di non corrispondere ai canoni estetici che sognavamo e di essere libere di ristrutturarsi quando non ti “capita” la bellezza che desideravi per te stessa. Perché ritoccarsi è una libera scelta di buon senso, buon gusto, ma pur sempre una libera scelta. E se l’avesse ammesso sarebbe diventata la paladina di un’altra verità, seppur scomoda. Avrebbe sdoganato un sacrosanto diritto al libero arbitrio sul proprio corpo, manifesto vero di emancipazione. Anche perché la differenza la fa sempre chi indossa un abito, come lo si indossa. Si può essere naturali e volgari allo stesso tempo, infatti”.

“Ma se mi dici che le rughe non ti fanno paura non serve, non ti credo e non basta la nonna a renderti credibile. Perché se non sei la Magnani e le rughe non le mostri, allora si, hai paura cara Diletta. E qualcuno te lo doveva suggerire che non c’è niente di male. Il male è nell’inganno e non è estetico. Ma se menti si vede, e non c’è trucco (o trucchetti) che servano. E poi che noia quando ha detto non ci prendiamo in giro sul palco ci stai se sei bona, perché fortunatamente esistono innumerevoli qualità e talenti da mostrare. Io ho avuto tante paure di: ingrassare, invecchiare. Ma sono quelle paure, superate a modo mio, che mi rendono unica”, si legge.

Critiche ed elogi

Ad elogiarla Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, la showgirl Matilde Brandi e l’attrice Michela Quattrociocche che le ha scritto: “Brava! Condivido in pieno!”. Più puntuali e addirittura taglienti molti tweet mentre Diletta recitava il suo monologo, tra i quali spiccano quello dell’attrice Serena Grandi, della giornalista Candida Morvillo, della conduttrice Monica Leofreddi e di Selvaggia Lucarelli, coautrice del monologo interpretato da Rula Jebreal che ha commosso e emozionato.

Spietata anche Monica Leofreddi che ha commentato con un tweet quanto ha affermato in diretta dall’Ariston, la Leotta: “Con tutto il rispetto per Diletta Leotta, non mi sembra il massimo che la bellezza come valore debba essere rappresentata da una che a 28 anni si è rifatta tutta”, ha scritto aggiungendo a corollario una foto giovanile di Diletta.

Le dichiarazioni di Mirko Manola, il fratello chirurgo

In soccorso di Diletta, è intervenuto anche Mirko Manola. Il fratello maggiore della presentatrice, presente tra il pubblico accanto alla nonna Elena, si è espresso con delle dichiarazioni molto chiare in un’intervista a Gente, Mirko ha replicato a tono a quanti hanno polemizzato sulla bellezza artificiosa: “Mia sorella è venuta in ambulatorio da me al massimo una volta, preferiamo vederci altrove”, ha puntualizzato per allontanare il sospetto di essere ricorsa alla chirurgia estetica.

VIRGILIO SPORT | 06-02-2020 11:56

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...