,,
Virgilio Sport SPORT

Sanremo 2020, il cruccio di Paola Ferrari: "Tutte, tranne me"

La conduttrice della Domenica Sportiva ha confidato il suo rammarico per non essere sul palco dell'Ariston

Le scelte sanremesi di Amadeus suscitano sentimenti e reazioni polivalenti. Non nel caso di Paola Ferrari, icona del calcio Rai, alla guida della Domenica Sportiva dei record e delle vittorie d’ascolto che, in un’intervista univoca, esprime la sua personale amarezza professionale per una esclusione che avverte con una certa malinconia.

In un’intervista rilasciata a Libero, la Ferrari non esprime giudizi netti su Diletta Leotta, come avvenuto in precedenza, anche se parla ancora una volta della conduttrice di Dazn e ripercorre però le sue indubbie debolezze rispetto a Sanremo e al sogno di vedere una carriera dedicata al giornalismo e alla Rai coronata da quella che varrebbe come una investitura ufficiale.

“Di Diletta Leotta non parlo più. Sono molto felice per la partecipazione a Sanremo di Rula Jebreal, mia amica. Abbiamo idee molto diverse dal punto di vista politico e sociale ma ci stimiamo. Avere punti di vista diversi è bello. Mi diverto a discutere con chi non la pensa come me. Se esco a cena con lei sono sicura che io non mi annoio e lei neppure. Non mi piacciono le persone scontate con cui non hai niente da dire”, ha risposto la Ferrari.

Cosa si aspetta da Sanremo?, le viene domandato: “Sono molto curiosa. Amadeus è un amico, sono affezionata sin dai tempi di Radio Deejay. Lo ricordo emozionato, giovane, quando mi chiedeva: ‘Riuscirò a comprarmi la mia prima casa?’. E io: ‘Ma certo!’. Aveva 25 anni, siamo coetanei. Sono sicura che abbia scelto ottime canzoni, lui attraversa diverse generazioni”.

Confidato il sogno di cantare sul palco dell’Ariston, la presentatrice e giornalista ha ammesso in modo piatto, inevitabile quel cruccio a cui accennavamo a principio.

Le piacerebbe essere lì, dov’è la Leotta? “Ovvio, non lo nascondo. Questo lavoro si fa per le emozioni e quello è un palco importantissimo. La Leotta, la d’Amico: ci sono state tutte tranne me. Sanremo sarebbe il coronamento di una carriera che iniziai a Portobello con Enzo Tortora. Sarebbe bello chiuderla così. Il mio sogno vero è cantare al Festival”.

VIRGILIO SPORT | 14-01-2020 15:23

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...