Virgilio Sport

Superbike, test di Aragón: l'ottimismo di Jonathan Rea

Il Cannibale è pronto a mettere le mani sull'ennesimo titolo mondiale della Superbike, e già da questi test si capisce quanto sia preparato e pronto per la stagione.

Pubblicato:

Superbike, test di Aragón: l'ottimismo di Jonathan Rea Fonte: Getty Images

Jonathan Rea si prepara sia fisicamente che mentalmente per la stagione che potrebbe dargli il settimo titolo Mondiale di Superbike, cosa che potrebbe consegnarlo ulteriormente alla leggenda delle derivate di serie. Dei test, quelli di Aragon, condizionati pesantemente dalla pioggia che ha limitato il lavoro dei piloti in pista.

Nonostante il maltempo, si è girato nel pomeriggio nel primo giorno, ed è stato addirittura cancellato il day-2. Rea, autore come sempre del miglior tempo (1:49.338), ha girato con la sua Kawasaki ZX-10RR insieme al compagno di box Alex Lowes. 

Questo il commento del Cannibale:

“Il test è stato molto positivo. Anche se era presente tanta acqua sull’asfalto e abbiamo dovuto aspettare l’ora di pranzo per iniziare a girare siamo riusciti ad avere tante conferme su ciò che avevamo provato al Montmeló. La pista è diversa ma presenta anche alcune somiglianze. Quindi il risultato finale è positivo. Gli aspetti principali su cui abbiamo lavorato sono in gran parte legati al telaio e quindi questo significa che potremmo veramente iniziare a mettere insieme il pacchetto. Ho avuto la sensazione che il mio passo migliorasse giro dopo giro. Ci siamo dedicati molto al setup di gara comprendendo tutto il nostro potenziale e a iniziando a prepararci davvero per il weekend di gara in programma tra poche settimane. Abbiamo visto che la seconda giornata sarebbe stata bagnata e quindi abbiamo deciso di compiere un time attack alla fine della prima giornata riuscendo a essere abbastanza veloci”.

Assieme a Rea, anche Lowes ha commentato questi test:

“Purtroppo il secondo giorno ha piovuto e quindi possiamo dire di aver trovato un tempo inglese in Spagna! A un certo punto sembrava che la pioggia l’avrebbe fatta da padrone in entrambe le giornate ma fortunatamente nel day-1 ho percorso 73 giri e anche la mia spalla è andata molto meglio rispetto al test più recente che avevamo svolto al Montmeló. Per quanto riguarda la moto abbiamo lavorato sull’elettronica legata all’uscita curva e sui setting del telaio provando a migliorare il mio feeeling sotto questo aspetto. Si tratta dello stesso lavoro fatto a Jerez e al Montmelo e anche ad Aragón abbiamo proseguito sullo stesso programma di test; i riscontri sono stati ottimi. Penso di non essermi sentito mai così bene da quando guido la Ninja ZX-10RR. Abbiamo appena tre o quattro cose da mettere a punto prima della gara che aprirà la stagione ma sono davvero contento”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...