Virgilio Sport

Berrettini e l'ammirazione per Djokovic: Mi colpisce la sua mentalità

Matteo Berrettini è stato uno dei grandi protagonisti dell'estate azzurra irripetibile. avendo consolidato il suo status di top-10 ed essere arrivato fino alla finale di Wimbledon.

Pubblicato:

Berrettini e l'ammirazione per Djokovic: Mi colpisce la sua mentalità Fonte: Getty Images

Nonostante la conclusione amara, è stato un 2021 ricco di successo per il tennista romano Matteo Berrettini. Vincitore di due tornei del circuito ATP (Belgrado e il Queen’s, una delle competizioni più prestigiose di tutte), Berrettini ha dimostrato grandi passi avanti e un ottimo gioco soprattutto sull’erba. Non è infatti un caso che Matteo sia stato in grado di arrivare fino alla finale di Wimbledon, dove è stato sconfitto da Nova Djokovic.

Aveva anche accarezzato il sogno vittoria dopo il primo set vinto, ma contro una macchina come Nole non c’è stato nulla da fare. Berrettini ha centrato anche i quarti sia al Roland Garros che agli US Open, arrendendosi in entrambi i casi ad uno scatenato Djokovic, quest’anno vera bestia nera dell’italiano. L’epilogo delle Finals di Torino, dove è stato costretto a ritirarsi per un infortunio all’addome,e l’assenza alla Davis non toglie nulla alla grande stagione.

Ospite del podcast ‘Cachemire’ nei giorni scorsi, l’italiano ha raccontato diversi aneddoti interessanti:

“Nel 2014, ho perso al secondo turno di Wimbledon junior. Quando sono uscito dal campo, mi sono detto che un posto del genere andava visto almeno una volta nella vita. Quest’anno ho giocato davvero un gran torneo a Londra. I bookmakers erano convinti che potessi arrivare in finale, mentre io pensavo che fossero pazzi. A poco a poco, mi sono reso conto che il mio tennis si adattava perfettamente a quella superficieHo sempre avuto la sensazione che lì sarebbe potuto accadere qualcosa di speciale, ma così speciale non lo avrei mai immaginato”.

Berrettini parla anche del rapporto che lo lega a Nole Djokovic e anche dell’ammirazione che prova verso il tennista serbo:

“Non mi ha mai fatto nulla di male, se non battermi ogni volta che ci siamo affrontati. Ha una mente diversa dagli altri. Mi colpisce soprattutto la sua voglia di continuare a vincere nonostante tutto quello che ha già realizzato”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...