Virgilio Sport

Tennis, Wilander: "Berrettini può già vincere in Australia"

Il campione svedese ha elogiato anche Sinner: "Diventerà un avversario temibile per tutti"

Pubblicato:

Tennis, Wilander: "Berrettini può già vincere in Australia" Fonte: Getty Images

Mats Wilander, ex campione di tennis, in Australia, ha vinto tre volte: nel 1983, nel 1984 e nel 1988. Da esperto del torneo, lo svedese ha puntato forte su un italiano.

 Mats, ha visto che Berrettini? Pronti via e ha dominato Thiem.

“Non è una sorpresa, Matteo ormai è un solido top ten e può giocarsela con tutti. Ha già fatto semifinale agli Us Open, non può essere un caso. In Australia forse i campi sono un po’ più veloci e magari non lo aiuteranno, ma un giorno vincerà uno Slam. Già adesso? Perché no: non sarebbe un’impresa impossibile”.

In Italia però ci stiamo esaltando anche per Sinner.

“E fate bene. Ho visto pochi tennisti di 19 anni possedere le sue qualità tecniche. Se comincerà ad abituarsi a giocare partite importanti negli Slam, diventerà un avversario durissimo per tutti. E il tempo è dalla sua parte”.

Che Slam dobbiamo aspettarci dopo la quarantena e le polemiche?

“Conterà molto l’aspetto mentale, non è facile prepararsi rimanendo sostanzialmente chiusi in una stanza e con la solita routine per 15 giorni. Ciascuno può reagire in maniera diversa, saranno molto importanti i primi turni. Alla fine credo che resteranno in corsa i più solidi. Loro sono abituati a gestire le pressioni, a conoscere il loro corpo, sanno che cosa significhi giocare dopo una sosta più o meno prolungata. Mai come questa volta la classifica è lo specchio della situazione anche nei pronostici: Djokovic numero uno, Nadal numero due, Thiem tre e Medvedev quattro. Potrà inserirsi qualcun altro tra i top ten, non mancano giocatori di qualità, ma non prevedo sorprese da chi sta indietro nel ranking come invece spesso accade in Australia”.

Cosa dobbiamo aspettarci dal rientro di Federer?

“Roger si prenda tutto il tempo che gli serve. Chiaramente i suoi obiettivi sono puntati all’estate, penso a Wimbledon e all’Olimpiade: secondo me per quel periodo sarà tornato competitivo. So che ha ancora voglia di tennis, poi dipende dal fisico: se riuscirà a gestirsi, penso possa giocare ancora per un paio d’anni”.

La Osaka può diventare il punto di riferimento del tennis femminile o avremo sempre tante vincitrici diverse?

“Per talento e personalità può sicuramente lasciare un segno importante, ma per riuscirci deve migliorare sulla terra e sull’erba, dove non mi sembra ancora così incisiva. E comunque, nel breve termine, non sottovaluterei Serena Williams”.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...