Virgilio Sport

Thomas De Gendt: “Dopo quello che è accaduto a Colbrelli ho avuto molta paura"

"Non voglio morire facendo il mio sport”

Pubblicato:

Thomas De Gendt: “Dopo quello che è accaduto a Colbrelli ho avuto molta paura" Fonte: Getty images

Questa prima parte di stagione ciclistica si sta rivelendao piuttosto problematica per parecchi corridori che lamentano o sono stati vittime di problemi respiratori e situazioni ben più gravi, come capitato a Sonny Colbrelli.

Uno dei più preoccupati è senza dubbio Thomas De Gendt, belga della Lotto Soudal pronto a partire per il Giro d’Italia, colpito anche lui dal Covid-19 e non al top della forma, per la Corsa Rosa: “È stata una bronchite a mandarmi ko. Inizialmente non era così male, solo qualche problema respiratorio, ma senza febbre come invece ha avuto Colbrelli. Dopo la Parigi – Nizza sono andato anche alla Nokere Koerse, ma poi dopo due giorni alla Volta a Catalunya mi sono sentito molto peggio perché poi ho accusato anche la febbre e ho dovuto stare sei giorni lontano dalla bici e non ci voleva a così poco tempo dall’inizio del Giro”.

Il ciclista belga ha paura di ciò che può accadere facendo ciò che si ama: “Nel corso della mia carriera ho visto cadere molti corridori, colpiti duramente. Purtroppo, se non sono morti, tendi a dimenticare. Ma dopo 14 anni nel gruppo, ho visto molti corridori morire e sono consapevole del pericolo. Andare in discesa a 80 km/h con queste ruote così sottili che possono esplodere a causa di un sasso… Non importa quanto cerco di non pensarci quando sono in bici, questa cosa mi torna sempre in mente. Non voglio morire facendo il mio sport”.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...