Virgilio Sport

Bebe Vio al bar oltre il coprifuoco: multata. La sua difesa

La campionessa paralimpica ha ammesso di essere presente nel locale dopo il coprifuoco delle 18, ma si è anche giustificata affermando che non era lì per consumare

03-12-2020 16:21

Bebe Vio sarebbe stata multata per essersi fermata, con alcuni amici, all’interno di un locale di Mogliano Veneto ancora aperto, dopo il “coprifuoco” delle 18. Questo è quanto. Con inevitabile polemica a corredo.

Secondo quanto ricostruito dall’agenzia ANSA, per via della risonanza della notizia data dal quotidiano locale trevigiano La Tribuna, i carabinieri, avvertiti da alcuni residenti, hanno effettuato un controllo nel locale intorno alle ore 20.00, e hanno trovato la campionessa paralimpica mentre era con alcuni amici all’interno di questo bar, che a quell’ora avrebbe potuto effettuare esclusivamente servizio d’asporto a domicilio.

La difesa di Bebe Vio dopo la polemica scatenata dalla multa

Ammenda da 400 euro per la Vio e ordine di chiusura per cinque giorni a carico dell’attività che avrebbe violato il divieto. Una vicenda chiusa? Non del tutto. Bebe Vio, al telefono con l’ANSA, ha ricostruito che cosa è successo quel 29 novembre a Mogliano Veneto, suo paese natale e dove risiedono i suoi genitori.

“Ho sbagliato: sono andata in quel locale -ha spiegato Bebe Vio – a trovare un’amica di infanzia che fa lì la cameriera e non vedevo da anni, perché non torno mai a casa, e mi sono fermata dopo l’orario di chiusura mentre lei sparecchiava. Ma non ho bevuto, avevo la mascherina e sono rimasta lì solo a chiacchierare, come se fosse una visita di famiglia”.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...