Virgilio Sport

Caos in Tunisia-Mali: l'arbitro fischia la fine in anticipo per due volte

L'esperto fischietto zambiano Janny Sikazwe finsice... nel pallone: prima decret la fine della gara all'85', poi al 90', dimenticando di concedere il recupero. Tunisia (sconfitta 1-0) infuriata.

Pubblicato:

Caos in Tunisia-Mali: l'arbitro fischia la fine in anticipo per due volte Fonte: Getty Images

La quarta giornata di gare della Coppa d’Africa 2021 è stata caratterizzata da un clamoroso errore arbitrale.

La partita tra Tunisia e Mali, match di cartello dell’intero Gruppo E, completato da Gambia e Mauritania, è stata infatti dichiarata conclusa dall’arbitro, Janny Sikazwe, con cinque minuti d’anticipo, con il cronometro fermo a 85 minuti e 7 secondi.

Sul risultato di 0-1 per le ‘Aquile’ (rete su rigore di Ibrahima Koné), che sarebbe poi stato il risultato finale dell’incontro, il fischietto zambiano, peraltro tra uno dei più esperti della competizione, ha inspiegabilmente ritenuto concluso l’incontro, scatenando le inevitabili proteste dei calciatori tunisini.

Scortato negli spogliatoi, dopo aver inevitabilmente ammesso l’errore, Sikazwe ha fatto riprendere la partita, ma è parso “turbato” da quanto avvenutio: dopo aver espulso per proteste El Bilal Touré, l’arbitro ha infatti fischiato la fine del match, ma con un altro errore, con 16 secondi di anticipo rispetto al 90′, omettendo quindi l’ampio recupero che avrebbe dovuto concedere per le nove sostituzione e le precedenti interruzioni.

A questo punto Sikazwe è stato “invitato” a riprendere nuovamente il match, ma i giocatori della Tunisia si sono rifiutati di tornare in campo per disputare gli ultimi minuti.

 

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...