,,
Virgilio Sport SPORT

Contratto Ancelotti: deve pagarsi benzina e risarcire abiti rotti

Il Fatto quotidiano rivela tutte le penali nell'accordo col Napoli

Se Ancelotti arriverà alla fine della stagione sulla panchina del Napoli non si sa ancora, potrebbero essere decisive le prossime due partite contro Udinese domani e Genk martedì in Champions League, ma quanto sia originale e pieno di clausole il contratto che lo lega al club azzurro ora si sa. Magari potrebbe essere utile da leggere anche per i suoi potenziali eredi.

IL CONTRATTOIl Fatto quotidiano è entrato in possesso di una copia del contratto firmato dal tecnico emiliano e in un articolo di Paolo Ziliani e Vittorio Zuccone elenca una serie di punti quantomeno bizzarri.

LE CIFRE – Ancelotti non guadagna 6,5 milioni netti, come si dice, ma 3.593.725 per i primi due anni, che salgono a 3.993.725 il terzo anno. Vanno aggiunti i premi per gli obiettivi raggiunti: 500.000 per lo scudetto, 150.000 per l’accesso in Champions. In caso di accesso agli ottavi il premio è di 200.000 euro. La vincita della Champions frutta al tecnico 1 milione. Per i diritti di immagine Ancelotti percepisce 406.275,00 netti l’anno impegnandosi a presenziare a eventi, spot, foto e interviste decise dal club.

LA PENALE – Il Napoli può recedere dal contratto versando ad Ancelotti una penale di 750mila euro se esercitata entro il 31 maggio o di 500mila, se esercitata prima di quella data.

I RITIRI – C’è una clausola anche sui ritiri che dovranno essere oggetto di preventiva condivisione tra l’Allenatore e la Società, che, in caso di disaccordo, potrà legittimamente disattendere la volontà dell’Allenatore.

AUTO –  Ancelotti ha l’obbligo di utilizzare l’auto fornita dal club per tutti gli spostamenti, di non cederla ad altri, di non portarla in officine non autorizzate e deve pagare con il suo portafogli la benzina, i lavaggi e il cambio di olio.  Inoltre il tecnico deve “custodire con diligenza gli indumenti ed i materiali forniti dal club e deve rifonderne il valore se smarriti o deteriorati per colpa sua”.

SOCIAL – Anche l’attività social è oggetto di clausole: “L’Allenatore si impegna a condividere e redigere con la Società ogni comunicato e/o espressione del proprio pensiero diffusa su qualsivoglia mass media. Il Club ha il diritto di accedere al sito Internet e/o alla/e piattaforma/e ‘social’ dell’Allenatore, inserendo espresse comunicazioni anche a nome dell’allenatore, il quale con la sottoscrizione del presente Contratto dà espresso mandato al club ad effettuare tali inserimenti (…) impegnandosi a fornire al club le chiavi di accesso (sito, account ecc.)”.

SPORTEVAI | 06-12-2019 08:45

Contratto Ancelotti: deve pagarsi benzina e risarcire abiti rotti Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...