Virgilio Sport

Diego Armando Maradona migliora: il bollettino medico aggiornato

Il campione argentino, Diego Armando Maradona, sta progressivamente ottenendo un miglioramento complessivo delle sue condizioni: ma perché esca dall'ospedale ci vorrà ancora tempo

09-11-2020 17:49

Di Diego Armando Maradona, e delle sue condizioni di salute, continuano a riferire i quotidiani e si siti argentini che aggiornano alla lettura dei bollettini medici. Com’è noto, a causa dell’edema cerebrale che lo ha colpito, el Pibe de Oro è stato sottoposto a un intervento chirurgico che ha avuto e sta avendo esito favorevole. Il decorso, insomma, è incoraggiante e sembra che Maradona progredisca in tal senso. Molto lentamente, ma progredisca.

Maradona migliora: parla il dottor Luque

A sottolineare i miglioramenti, parziali ma pur sempre importanti, è il medico che ha in cura Diego, il neurologo Leopoldo Luque il quale ha affermato che “Sta meglio, molto meglio, ogni giorno meglio. la sua ripresa è incredibile. E’ molto lucido, sta molto bene, sta molto bene, molto bene sul serio”.

Poche parole, molto semplici e dirette per evidenziare come il campione abbia intrapreso un percorso sicuramente complicato ma positivo e dai già notevoli risultati rispetto al quadro clinico che aveva imposto gli accertamenti e l’intervento immediato al cervello, dopo le ultimissime immagini pubbliche avevano mostrato un Maradona disorientato, addirittura traballante in piedi e sorretto in alcuni momenti.

Le ultime informazioni che giungono dalla Clinica Olivos, in cui è rivoverato Maradona dopo l’intervento al cervello, inducono a sperare ma ciò non deve indurre a ritenere prossime le dimissioni. Fonti dell’ospedale hanno spiegato che quella di domenica è stata la miglior giornata del 60enne allenatore, apparso più lucido e allo stesso tempo tranquillo.

Le parole dell’avvocato Morla sulla salute di Maradona

Matias Morla, avvocato di Maradona, al Mundo Deportivo ha riferito le sue personali considerazioni dopo aver visto il campione: “Ho visto Diego, sta riposando. Non credo in questo momento ci sia la possibilità di parlare di dimissioni. E’ sedato e attende i risultati delle analisi. Siamo tutti preoccupati per la salute di Diego. Tutti quanti speriamo che Dio ci illumini e ci aiuti in questo momento così brutto”.

Come ammesso dallo stesso Luche, Maradona sta ancora combattendo contro i suoi fantasmi, contro le dipendenze che hanno compromesso la sua vita negli ultimi anni; il suo neurologo ha spiegato con una metafora neanche troppo ardita che, ad ora, uno degli intenti della sua equipe è quella di “depurare” l’organismo dell’allenatore del Gimnasia dalle sostanze (farmaci) assunte fino all’operazione.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...