,,
Virgilio Sport

F1, razzismo: la dura risposta di Hamilton a Piquet

Nella conferenza stampa di vigilia della tre giorni del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone il beniamino di casa è tornato sull'appellativo rivoltogli dal brasiliano.

30-06-2022 20:13

Uno degli argomenti che hanno tenuto banco nei giorni di avvicinamento al Gran Premio di Gran Bretagna è stato l’epiteto di “neguinho”, “negro” o “negretto”, rivolto dal 70enne tre volte iridato Nelson Piquet nei confronti del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton. Oggi il britannico della Mercedes è tornato sulla questione nella conferenza stampa di vigilia della tre giorni di Silverstone, dove ha vinto l’anno scorso dopo un incidente con Max Verstappen.

F1, Hamilton risponde a Piquet: “Basta dare spazio a chi non ci rappresenta più!”

Piquet si è poi scusato con Hamilton arrampicandosi però un po’ sugli specchi dicendo che “neguinho” significa “ragazzo” e quindi era stato tradotto male. Ma Hamilton gli ha risposto in maniera piccata.

“Ho spesso subito manifestazioni di razzismo, critiche o negatività. E spesso anche discriminazioni subdole. Ma guardo al quadro complessivo e non capisco perché si continua a dare spazio a chi la F1 non la rappresenta più”.

F1, Hamilton: “Grazie a chi mi ha dato il suo sostegno”

Poi Hamilton ha voluto ringraziare tutti i piloti e i rappresentanti della Formula 1 che gli hanno rivolto la loro solidarietà.

“Sono grato a tutti quelli che nella Formula 1 mi hanno manifestato il loro sostegno. Le sfide che abbiamo davanti sono ancora tante. Una F1 che guarda al Sud Africa, per esempio. E dobbiamo dare ai giovani una piattaforma diversa. E non è solo una questione di una sola persona. La reazione è stata istintiva e pronta, ma bisogna davvero cominciare ad agire. Non si dovrebbe dare spazio a queste persone”.

F1, Hamilton: “Spingo per la diversità e l’inclusione in questo sport”

Per concludere, Hamilton ha dichiarato di voler continuare a combattere, da pilota impegnato sulle piste di tutto il mondo, la sua lotta contro il razzismo.

“Siamo tutti uguali, dobbiamo unire le persone. Sono qui, ancora forte, concentrato sul mio lavoro. E spingo per la diversità e l’inclusione in questo sport, per firmare un documento che manifesti un impegno concreto. Spero che un primo passo sia stato compiuto. Però ho bisogno di aiuto da parte di tutti”.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...