Virgilio Sport

Internazionali Roma, Arnaldi battuto da Jarry: dopo Sinner e Musetti continua la “maledizione Davis”

A Roma esce di scena anche Matteo Arnaldi: il sanremese perde con Jarry e con lui viene di fatto eliminata dal torneo tutta la squadra che ha conquistato la Coppa Davis a Malaga

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Chiamatela maledizione Davis. L’Italia perde per strada un altro pezzo con Matteo Arnaldi che viene eliminato nei 32esimi di finale dal non irresistibile Jarry. Una prestazione sottotono quella del sanremese che è riuscito a tornare in partita dopo un brutto primo set solo grazie all’incessante supporto del pubblico romano. Con Arnaldi esce di scena l’ultimo componente della formazione che ha vinto la Coppa Davis a Malaga, dopo i ritiri di Sinner e Berrettini e le sconfitte di Musetti e Sonego. Solo Bolelli resta in corsa ma nel torneo di doppio.

Arnaldi: primo set da dimenticare

Il primo set è un calvario per Matteo Arnaldi che contro il cileno Jarry va subito in difficoltà. Il sudamericano fa valere un servizio che fa la differenza e che gli permette di tenere facilmente i turni al servizio. Il sanremese invece fa una fatica terribile, cede subito il servizio e non riesce mai a trovare il ritmo della partita. Alla fine per Jarry arriva un netto 6-2 con l’azzurro che sembra in grande difficoltà.

Il Grand Stand prova a esaltare Matteo

La situazione sembra complicata anche nel secondo quarto con Matteo Arnaldi che cerca un modo per riscattarsi dopo un primo set da incubo. L’azzurro prova a variare anche il suo gioco scendendo maggiormente a rete per provare a rendere più complicato la vita a Jarry. Il pubblico del Grand Stand prova a essere il fatto “X” e a spingere l’azzurro oltre l’ostacolo. Un supporto incessante quello del pubblico che porta l’azzurro a conquistare il break nell’ottavo gioco. La risposta di Jarry però è immediata e piazza subito il controbreak. Si va al tiebreak dove l’azzurro riesce a salire fino al 6-2 ma spreca 4 occasioni per il set e alla prima chance viene punito dal cileno che vince 7-6.

Internazionale: la “maledizione” della Davis

Mai come in questa edizione degli Internazionali, l’Italia arrivava con tantissime speranze di fare bene nel corso del torneo. Ovviamente tutte le attenzioni erano concentrate su Jannik Sinner che al Foro sarebbe stato uno dei favoriti per la vittoria finale. E il primo forfait, e senza dubbio quello più doloroso, è stato il suo. Poi è toccato a Matteo Berrettini alzare bandiera bianca. Il romano, ancora alla prese con i postumi della tonsillite, ha deciso di ritirarsi dal torneo proprio alla vigilia del debutto che lo vedeva opposto a Stefano Napolitano. Nel primo turno è arrivata la sconfitta di Lorenzo Sonego che ha perso dopo una lunga maratona con il serbo Lajovic. E infine ieri altro momento da dimenticare con il ritiro di Musetti, colpito da un virus influenzale che non gli ha permesso di essere al meglio contro il francese Atmane.

Di fatto tutta la squadra che solo qualche giorno fa ha festeggiato la vittoria dell’ultima Coppa Davis ha già concluso la sua avventura romana. In corsa del gruppo che ha alzato il trofeo a Malaga è rimasto solo Simone Bolelli impegnato però nel torneo di doppio in coppia con Andrea Vavassori.

Internazionali: il tabellone completo

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...