Virgilio Sport

Italia, vittoria e polemiche: “Scelte assurde”

La nazionale di Mancini vince all’esordio nelle qualificazioni mondiali contro l’Irlanda del Nord ma alcune decisioni non convincono

Pubblicato:

L’Italia esordisce con una vittoria nelle qualificazione ai prossimi Mondiali. La squadra di Roberto Mancini chiude la pratica Irlanda del Nord nel primo tempo chiuso con il doppio vantaggio. Nella ripresa però gli azzurri abbassano troppo il ritmo, danno la sensazione di accontentarsi e finiscono per dare troppo spazio agli avversari. Sui social tanti applausi per l’Italia nel primo tempo, ma anche qualche critica sulla formazione. 

Il bel gioco

La nazionale di Mancini gioca una buona partita nella prima giornata delle qualificazioni mondiali. Certo l’avversario non è di quelli impossibili da affrontare, ma l’Italia dimostra di aver trovato una sua fisionomia di gioco come fa notare anche il giornalista Fabrizio Biasin: “La nazionale è la squadra italiana che gioca il calcio migliore. Fa abbastanza impressione”. Paolo però cerca di andarci cauto: “Stasera ha davanti una squadra i cui due giocatori più bravi giocano nella seconda serie inglese e uno degli attaccanti fino a 18 anni giocava in nazionale come portiere”. 

L’Italia dimostra di essere una formazione molto solida, capace di esprimere un buon calcio ma non sempre di riuscire a concludere la mole di lavoro svolta: “Se avessimo degli attaccanti di livello potremmo anche dire qualcosa. Così è un’incompiuta. Quando guardi le altre nazionali europee il confronto è impietoso (a livello di bomber). E non scomodiamo scarpe d’oro e miracolati vari: nelle altre squadre non andrebbero nemmeno in panchina”. 

Critiche alla formazione

Le prime polemiche riguardanti l’Italia cominciano già prima del match. La formazione schierata da Roberto Mancini, in particolare a far discutere è la coppia dei centrali difensivi azzurri composta da Chiellini e Bonucci. I due giocatori della Juve hanno avuto una stagione piuttosto complicata e molti tifosi non si aspettavano di vederli in nazionale: “Giocano titolari loro che fanno fatica a giocare titolare nella loro squadra”. Anche Licia è molto rigida nel giudizio: “Il giorno in cui non vedrò più Chiellini e Bonucci in nazionale, allora forse tornerò a seguirla”. 

C’è chi invece punta sull’ironia: “E’ il 2077: in un futuro in cui sono state fatte tantissime scoperte come quella di un’altra vita dopo la morte, Chiellini e Bonucci sono ancora titolare nella nazionale perché portano esperienza e cattiveria”. 

Italia, vittoria e polemiche: “Scelte assurde” Fonte: Ansa

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...