Virgilio Sport

Juve di nuovo nel mirino, Pistocchi scatena i social

Non si placa la polemica post Fiorentina, con il giornalista che sui social sceglie le parole di un’ex arbitro per attaccare ancora i bianconeri

Pubblicato:

Juve di nuovo nel mirino, Pistocchi scatena i social Fonte: Ansa

La Juventus, Commisso e Nicchi: tre giorni di polemiche infernali hanno investito il calcio italiano. La direzione di gara che non era piaciuta alla Fiorentina sembra stia diventando un tema sempre più grande. E la situazione sembra si stia allontanando dal campo per andare sempre di più verso le stanze degli uffici federali. A gettare benzina sul fuoco nella giornata di ieri ci ha pensato l’ex arbitro Robert Boggi nel corso di un’intervista a Radio Punto Nuovo.

Le parole

“A Nicchi nessuno dice mai niente con tutti i guai che fa.  Non dimentichiamo mai che è stato il sorteggiatore delle palline con Bergamo e Pairetto. La colpa non è sua, è stato un grandissimo, ha fatto passare un sistema dittatoriale, senza che nessuno gli dicesse niente: è un fenomeno, tutti quelli che si mettono contro di lui devono andarsene. Io persi le elezioni, la gente aveva paura anche di mettere firme e di appoggiarmi. Qualora ci sarà un altro candidato sarà perché si vuole cambiare sistema, altrimenti nessuno si candiderà più”, ha detto Boggi nella sua intervista.

Nuova Calciopoli

Ma a risaltare sono le parole che l’ex direttore di gara ha detto sul sistema calcio italiano che rischia ancora una volta di trovarsi al collasso. “Io mi dimisi a novembre del 2012, dopo pochi mesi mi arrivò una comunicazione per un processo perché avevo parlato male di Nicchi. Loro sono scientifici, devono colpire tutti gli avversari. Sono preoccupato per i giovani arbitri che sono vittime di un sistema. Quella che è stata una volta Calciopoli, lo sarà ancora e non ci sarà più modo di tornare indietro”.

Social scatenati

A fare da cassa di risonanza alle parole di Boggi, ci ha pensato Maurizio Pistocchi. Il giornalista è stato tra i primi a dare spazio alle parole dell’ex arbitro scatenando un vero e proprio putiferio. A essere interessati alla vicenda sono i tifosi di tutte le squadre, ma la polemica vira sempre in chiave Juventus: “Io ne conosco uno che arbitrò la Juventus in Coppa Italia ed ebbe la sfortuna di dovergli dare un rigore contro. Non arbitrò mai più in serie A. Un giorno mi raccontò cosa accadde nello spogliatoio”. “Cosa non si fa e dice per un po’ di notorietà, lei e tutti quelli che la fomentano meritano una serie A senza la Juventus. Noi juventini meritiamo un calcio senza di voi. Amareggiato per la disonestà intellettuale, passino i tifosi ma i pseudo giornalisti no”.

Attacco ai giornali

Ma dopo aver riportato le parole di Boggi, Pistocchi non molla la presa e a distanza di qualche ora, fa notare l’assordante silenzio della stampa su questa notizia. “Prime pagine del 5 febbraio. Cercando Boggi”. Un clamore che per ora non trova riscontro sulle prime pagine dei giornali, del resto in questi giorni è stato lo stesso Pistocchi a rivelare quanto sia difficile anche nel mondo del giornalismo dire qualcosa contro il sistema-calcio e la Juventus. Gli episodi di Juventus-Fiorentina rischiano di creare un effetto valanga che continuerà ancora per giorni.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...