Virgilio Sport

L'allarme di Ordine: Milan da sempre antipatico a Nicchi

Ancora polemiche per il rigore non dato ai rossoneri a Udine

29-08-2019 09:32

L'allarme di Ordine: Milan da sempre antipatico a Nicchi Fonte: Ansa

Che la prima giornata di serie A sia stata da dimenticare a livello arbitrale, tra confusione sulle nuove regole e Var più o meno distratto, è un dato ormai acclarato e nonostante siano passati diversi giorni continuano a far discutere le decisioni prese nel weekend dai fischietti di serie A. Di certo non è stata colpa dell’arbitro se il Milan ha perso a Udine senza quasi tirare in porta ma quel rigore non concesso per il mani di Samir resta un nervo scoperto.

L’ACCUSA – Per Franco Ordine il punto non è tanto e non è solo la mancata assegnazione del penalty ma ad allarmarlo sono le considerazioni successive e in particolare il pensiero del presidente dell’Aia Marcello Nicchi. La firma de Il Giornale sostiene che Marcello Nicchi, da arbitro, non ha mai avuto in simpatia il Milan. Il giornalista scava negli archivi e ricorda un Samp-Milan datato 31 ottobre 1993 e finito 3 a 2, rispolverando le parole dell’allora portiere rossonero Mario Ielpo: “Non ci fu uno solo regolare dei tre gol subiti!”.

L’OCULISTA – Ordine dopo il mancato intervento di Pasqua per il fallo di mano di Samir a Udine è furioso soprattutto per le parole di Nicchi che alla Ds ha sostenuto: “Non era rigore, Samir ha toccato la palla con la spalla!”. Da qui la soluzione per il cronista che su Milannews scrive: “Il nostro personale suggerimento è che Nicchi si rivolga a un oculista preparato poiché è stato l’unico, in Italia, a sostenere, pur disponendo di eloquenti immagini televisive, che Samir ha colpito con la spalla la palla e non col braccio. Penso anche che tra Gazidis, Scaroni, Maldini e Boban qualcuno dovrebbe avere l’onere di dedicarsi ai rapporti diplomatici con le istituzioni per ricostruire quel clima di rispetto che il Milan ha sempre goduto”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...