Virgilio Sport

Mercato Milan, Ralf Rangnick fa una precisa richiesta

Il tecnici tedesco Ralf Rangnick ammette contatti con il Milan, ma vuole ampia libertà d'azione.

03-05-2020 14:59

Ralf Rangnick ha ammesso, dopo settimane di tira e molla, contatti con il Milan, anche se lo stop per la pandemia di coronavirus potrebbe aver cambiato sia le priorità del tecnico e dirigente tedesco sia quelle del club rossonero. In questo senso, Rangnick ha parlato di cosa desidererebbe nella sua prossima avventura da allenatore, lanciando un messaggio nemmeno troppo velato alla dirigenza del Milan: “Per me si tratta di aver una certa influenza: non c’entra col potere, è un qualcosa di cui hai bisogno in certe situazioni per portare avanti le tue idee”.

“C’è stato un interessamento del Milan ma col coronavirus ci sono state altre cose da considerare – ha poi spiegato Rangnick al ‘Mitteldeutsche Zeitung’ -. Cosa mi aspetto dal mio ruolo nella mia prossima avventura professionale? Dipende sempre dal club, ma non sono interessato agli aspetti finanziari. Mi ricordo i primi giorni al Lipsia: non c’erano fisioterapisti, i dottori, i tecnici a due settimane dall’inizio della stagione. Lì ho avuto la possibilità di decidere rapidamente e in autonomia, ingaggiando il personale necessario in appena cinque ore”.

“Se dovessi pensare, teoricamente, di dover andare da qualche altra parte, dovrei poter fare le cose in questa maniera” ha confermato il tecnico tedesco, da diverse settimane candidato numero uno per sostituire sulla panchina del Milan Stefano Pioli, sempre che la proprietà sia d’accordo con la decisione nella mente di Ivan Gazidis ormai da mesi.

Rangnick ha anche parlato di un obiettivo di mercato del Milan (e non solo, visto che anche l’Inter è sulle sue tracce), Timo Werner: “Conosco la sua famiglia, anche la sua fidanzata sa consigliarlo molto bene – ha detto Rangnick -. Deve continuare a migliorare, sarei contento se restasse. In caso di addio al Lipsia dovrà cercare un club che gli consenta di giocare con regolarità”.

Per quel che riguarda le intenzioni del Milan, al momento la situazione è incerta: nelle ultime settimane prima della sospensione del campionato, la proprietà del club era rimasta piacevolmente colpita dai progressi del Milan dall’arrivo di Stefano Pioli, e non voterebbe a sfavore di una riconferma.

Gazidis, però, continua a sperare di ingaggiare Rangnick, considerato l’uomo migliore per mettere assieme una squadra fatta soprattutto di volti giovani, intenzionata a fare il salto di qualità definitivo dopo una stagione ricca di alti e bassi.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...