Virgilio Sport

Messi-Lewandowski, tensione alle stelle: brutto gesto e faccia a faccia

La Pulce si è rifiutata di stringere la mano al bomber polacco, poi il chiarimento nel dopo gara. Il precedente del Pallone d'oro 'scippato'.

01-12-2022 19:00

Grande tensione tra capitani durante la partita di mercoledì sera tra Argentina e Polonia a Qatar 2022. Lionel Messi e Robert Lewandowski sono stati protagonisti di un inedito duello che ha acceso l’atmosfera in campo.

L’Argentina si è poi imposta per 2-0 ed entrambe le formazioni si sono qualificate agli ottavi di finale: dopo il match, in un clima più disteso, i due si sono chiariti.

Fallo di Lewandowski, gesto furioso di Messi

I due sono venuti a contatto nei minuti di recupero della partita disputata a Doha, con risultato ormai acquisito da parte della nazionale albiceleste. L’attaccante del Paris Saint Germain ha saltato netto in dribbling il bomber del Barcellona, che lo ha fermato con un fallo, aggrappandosi alla maglietta.

Lewandowski dopo l’intervento ha cercato sportivamente di scusarsi, allungando una mano, ma la Pulce non lo ha neanche degnato di uno sguardo ed ha tirato dritto, visibilmente contrariato per quanto avvenuto. Al triplice fischio i due si sono invece chiariti ed hanno parlato.

Messi: “Ciò che accade in campo resta in campo”

Dopo il match Lewandowski non ha svelato cosa si sono detti ma ha comunque ammesso il chiarimento: “Messi e io abbiamo parlato un po’, è stato divertente: ho detto a Messi che stava giocando più arretrato del solito, ma a volte è quello di cui la squadra ha bisogno. A un certo punto, mi sono imbattuto in lui ed è stato molto strano: stavo difendendo a centrocampo, in quel momento dovevo aiutare la squadra”.

Così invece Messi: “Ciò che accade in campo resta dentro al campo, così come quello che accade negli spogliatoi è bene che resti dentro lo spogliatoio”.

Tensione Messi-Lewandowski: il precedente del Pallone d’Oro “scippato”

Non è la prima volta che i due fuoriclasse entrano in conflitto, anche se il confronto precedente fu soprattutto mediatico. Nel 2021 l’allora attaccante del Bayern Monaco criticò molto la scelta di assegnare il settimo Pallone d’Oro all’ex Barcellona.

Il bomber polacco era favorito ma fu battuto dalla Pulce, non senza polemiche: “Ci sono rimasto male, sono triste e insoddisfatto – aveva detto -. Le dichiarazioni di Messi? Vorrei che non fossero parole vuote, ma sincere. Anche se l’idea non mi entusiasma. Il secondo posto mi fa capire a che livello sono arrivato, ma mi sono sentito triste”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...