,,
Virgilio Sport

Mihajlovic esonerato: la notizia scatena il web, ecco le reazioni a caldo

Sinisa Mihajlovic è stato esonerato ufficialmente dal Bologna: ecco chi potrebbe sostituirlo e le reazioni a caldo che arrivano dal mondo dei social

06-09-2022 17:00

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista Sportivo

Giornalista pubblicista, già collaboratore per eventi sportivi internazionali nel campo del motorsport. Laureato in Teoria e Tecniche dell'Informazione, Master in Management dello Sport

Il secondo tempo di Sinisa Mihajlovic alla guida del Bologna si è chiuso oggi con l’esonero ufficiale da parte del club. Galeotta fu la partenza stentata degli emiliani nel campionato, con statistiche piuttosto deludenti: 3 punti raccolti in cinque partite, zero vittorie, tre pareggi e due sconfitte, e 5 reti fatte a fronte delle 8 subite.

Il Bologna puntava a delle dimissioni volontarie

La dirigenza del Bologna ha quindi deciso di chiudere, come ha riporta per primo il Corriere dello Sport, con un allenatore che aveva già guidato i felsinei nella stagione 2008-2009, la prima da tecnico dopo quella precedente vissuta da vice di Mancini all’Inter. Mihajlovic era quindi tornato sulla tolda di comando della squadra in campo nel 2019, allenando i suoi ragazzi anche nel momento più delicato della sua lotta contro la malattia.

Amato e rispettato per la sua forza d’anima e il suo spirito granitico, anche il serbo però ha dovuto sottostare alla dura e pragmatica legge del calcio. E questo esonero rappresenta in effetti una extrema ratio da parte di Joey Saputo, a capo del club, che avrebbe preferito delle meno traumatiche dimissioni da parte di Mihajlovic, considerato anche il fatto che gli eventuali sostituti difficilmente potrebbero accettare di subentrare ad un allenatore come l’ex giocatore dell’Inter, esonerato in un momento che resta delicato della propria vita.

Questo dovrebbe essere il punto di vista di Roberto De Zerbi, uno dei nomi in pole per guidare il Bologna e che per rispetto potrebbe rinunciare all’incarico. Gli altri nomi che si fanno sono quelli di Thiago Motta, in uscita dallo Spezia e Paulo Sousa, fresco di esonero dal Flamengo e che di recente ha assistito a Milan-Bologna (un caso?).

Il web loda Mihajlovic

Tornando a Mihajlovic, ovviamente una notizia del genere ha avuto l’inevitabile eco in rete. Il giornalista Giovanni Capuano è lapidario: “Il Bologna ha esonerato Mihajlovic. Scelta sbagliata per un milione di motivi, cominciando da quelli sportivi”.

Milan Memories riflette, forse esagerando con la retorica: “Nonostante una perdurante assenza nel ritiro per i suoi problemi di salute, paga i pochi risultati fatti. Ma non è Sinisa quello malato. Neanche il calcio, per assurdo. È il mondo che è malato. Senza umanità. In bocca al lupo Sinisa. Uno di Noi”.

Nicolò Schira, esperto di calciomercato, riporta poi l’indiscrezione che confermerebbe il carattere integerrimo del serbo: “Oggi a pranzo a Roma la dirigenza del Bologna aveva inizialmente proposto a Sinisa Mihajlovic la risoluzione del contratto, ma il tecnico serbo ha rifiutato con forza le dimissioni. Ergo è arrivato l’esonero”.

Ma non mancano voci critiche

Giuseppe Latorraca propone un punto di vista diplomatico sulla vicenda: “Da sportivo mi spiace dal punto di vista umano, ma poi c’è anche quello tecnico e professionale. E non sono in grado di giudicare. Bisogna comunque dare atto alla società di essere stata sempre vicinissima all’allenatore durante la sua malattia”.

Altra opinione interessante quella di Dario Pellegrini, che twitta: “L’esonero di Mihajlovic deve essere uno stimolo per la dirigenza a migliorarsi rispetto gli ultimi anni. Attenzione, questo non vuol dire che il serbo abbia fatto male: salvezze tranquille come richiestogli. Una situazione tesa da tempo, sarebbe stato più rispettoso agire prima”.

E Richi va controcorrente: “Unpopular opinion: il Bologna ha fatto bene a separarsi da Mihajlovic. La squadra viaggia nella mediocrità da 2-3 anni e se la proprietà vuole crescere è giusto che cerchi un allenatore migliore. Sinisa ha fatto bene fino a qualche anno fa ma ormai oggi è finito”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...