Virgilio Sport

Milan, Pellegatti non ci sta: "Voglio risposte certe"

Sono tanti i dubbi sul futuro rossonero, il giornalista Mediaset prova a guardare nella sfera di cristallo

21-04-2020 10:04

Milan, Pellegatti non ci sta: "Voglio risposte certe" Fonte: Ansa

In un momento storico del calcio con tanti dubbi e poche certezze sulla ripresa dell’attività agonistica ci sono anche le incertezze delle singole squadre a preoccupare i tifosi. Tra queste c’è sicuramente il Milan il cui assetto societario nonché futuro tecnico appare avvolto nel mistero. Lo sottolinea a gran voce nel suo video editoriale quotidiano il giornalista di fede rossonera Carlo Pellegatti. E i tifosi milanisti si scatenano nella loro protesta.

La sfera di Pellegatti

Pellegatti si presenta nel suo video con una palla di cristallo, quella di solito dove si vede il futuro: “La mia rabbia è che non riesco a vedere le tante cose che vorrei vedere sul futuro del Milan: chi sarà l’allenatore del Milan? Rimarrà Donnarumma? Resterà Ibrahimovic? In questa sfera di cristallo vorrei capire quale sarà l’organigramma societario, quale sarà il ruolo di Maldini, chi farà il mercato?”

Milan, quanti dubbi sul futuro

Le prossime settimane saranno importanti per il futuro del Milan, per la prima volta il fondo Elliot potrà gestire liberamente gli investimenti. Ma come lo farà? Sarà un Milan giovane? Prenderà Tonali? Lascerà andare Bonaventura? Per non parlare del campionato che non si sa quando riprenderà e quale sarà la posizione a cui il Milan potrà aspirare. Nessuna domanda è banale ma nessuno ha risposte che decideranno il futuro del nostro Milan”.

Tifosi scatenati

Pellegatti trova terreno fertile nelle reazioni dei tifosi rossoneri: “Una risposta l ho teovata….con ELLIOT SEMPRE A METÀ CLASSIFICA”; “Carlo…ma che dici!! Sei tu che non vuoi vedere la realtà!! La palla di cristallo è molto chiara e sincera..dentro NON C’È NULLA!!!”; “La serie A e tutto il mondo sportivo si è omologato alla situazione del Milan in questo momento. Un futuro nebuloso”; “Complimenti a Carlo che è riuscito a non distruggere la sfera per il nervoso mentre parla della situazione del Milan”.

E ancora: “Vedere oggi qualcosa del nostro Milan di domani,…ci vuole solo tanta fantasia. La cosa più importante è ritrovare un progetto Societario stabile”; “Meglio non porsi troppe domande sul Milan, ne va della sanità mentale”.

Ma c’è chi invece di indignarsi è più realista: “Non capisco tutta quest’ansia. Per come la vedo io, il prossimo anno non potremo lottare per lo scudetto ma, se tutto va bene, per un posto in Champions. E io, sinceramente, per un organigramma da media classifica non ce lo perdo, il sonno. Anche perché, in tutto questo marasma, ci sono due punti fermi: negativi, certo, ma che non necessitano della sfera di cristallo. Con la nostra situazione finanziaria, grandi nomi non ne arriveranno: questo mi sembra ormai chiaro. I giocatori che aspirano ad un aumento dell’ingaggio andranno via, inutile farsi illusioni”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...