Virgilio Sport

Mondiali, dai divieti alla cerimonia: tutto quello che c'è da sapere sul Qatar

Si contano ormai le ore per l'inizio dei Mondiali in Qatar. Non sono mancate le critiche per i divieti, con artisti che hanno rifiutato di partecipare alla cerimonia d'apertura.

Pubblicato:

Ormai è conto alla rovescia per l’inizio dei Mondiali e non si parla più di giorni ma di ore. La gara d’esordio sarà quella tra i padroni di casa del Qatar ed Ecuador, appuntamento alle ore 17 di domani. Prima della sfida che aprirà le danze, ovviamente non può mancare la cerimonia d’apertura con tanto di effetti luci e coreografie.

Qatar, chi canta alla cerimonia d’apertura

Tra i cantanti pronti a esibirsi, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbero esserci i Black Eyed Peas e Robbie Williams, come riporta The Telegraph. Nella lista dovrebbero comparire anche artisti come Patrick Nnaemeka Okorie e J Balvin. Sono tante però le star che hanno preferito rifiutare l’offerta per le tante violazioni dei diritti, come Shakira, Dua Lipa e Rod Stewart: quest’ultimo ha rivelato di aver rifiutato un milione di euro.

Il rapper americano Lil Baby è invece colui che ha cantato l’inno ufficiale dei Mondiali in Qatar e su Twitter ha annunciato che avrebbe partecipato in qualche modo alla competizione. La cantante di Bollywood Nora Fatehi invece eseguirà il singolo della Coppa del Mondo “Light The Sky” con Jung Kook dei Bts.

Qatar, tra i divieti spuntano anche birra e prosciutto

In questi giorni si è molto discusso anche per alcuni divieti, come quello della birra negli stadi. La retromarcia ha infatti gelato la Budweiser, marchio di proprietà del produttore di birra AB InBev e sponsor della Fifa, che aveva i diritti esclusivi proprio per vendere la birra ai Mondiali: “Beh, questo è imbarazzante“, ha twittato l’azienda commentando il divieto, salvo poi cancellare il post.

Altra polemica legata alle diverse abitudini alimentari di arabi ed occidentali riguarda la Spagna. Tra i prodotti “proibiti” ci sono infatti quelli a base di carne di maiale. Niente jamón iberico de bellota (prosciutto pregiato tipico spagnolo) per i ragazzi di Luis Enrique, tradizionalmente inserito nella dieta dei calciatori in occasione di tornei lunghi, come appunto i Mondiali. La birra e il prosciutto sono sicuramente rinunce sopportabili, sono decisamente altre violazioni che non dovrebbero essere tollerate. Ma in Qatar è tutto pronto per cominciare.

Mondiali, dai divieti alla cerimonia: tutto quello che c'è da sapere sul Qatar Fonte: Ansa

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...