Virgilio Sport

Mondiali: Mbappè meglio di Pelè e Messi: i record, lo sponsor e la patente

La stella della Francia il grande protagonista di Qatar 2022, sta battendo tutti i record e ora punta ad alzare la coppa

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Lascia che gli altri si divertano con i paragoni tra Messi e Maradona o tra la Pulce e Ronaldo ma nel frattempo va avanti per la sua strada. E alla sua velocità che è strepitosa. Kylian Mbappè si sta prendendo questi Mondiali con la forza di un carrarmato e sta stracciando ogni record. Parlano i numeri. Meglio di Pelè (9 gol complessivi finora ai Mondiali contro i 7 di O’ Rey), come Messi (ma la sfida è appena lanciata), meglio di Cristiano Ronaldo che ha segnato di meno e rischia anche la panchina, alla caccia di Klose, il recordman (a 16) di gol ai mondiali e come Ronaldo il fenomeno che nel 2002 chiuse a 5 gol il cammino fino agli ottavi.

Mondiali, Mbappè punta al record di Pelè

Il record probabilmente più ambito da Mbappè, però, è quello che potrebbe arrivare il prossimo 18 dicembre, il giorno della finale. Se la Francia dovesse fare il bis – dopo i Mondiali vinti 4 anni fa – aggancerebbe Pelé, l’unico giocatore, finora, capace di vincere, a 24 anni, due campionati del mondo. I due gol segnati ieri alla Polonia sono state solo le ultime perle di una collana di imprese iniziata presto e che oggi fa del bomber francese forse il n.1 al mondo.

Mondiali, Mbappè il giocatore più pagato al mondo

La scorsa estate sembrava sicuro il suo passaggio al Real Madrid. Alla fine è rimasto al Psg ma a che prezzo? Lo sceicco Al-Khelaifi, patron del Psg, ha reso Mbappé il calciatore più pagato al mondo. A Kylian uno stipendio fisso di 72 milioni lordi all’anno, più un premio alla firma di 180 milioni pagabili in tre rate e un bonus extra pagabile ogni estate in caso di permanenza a Parigi e vari accessori, tra cui diritto di parola (e di veto) sul mercato.

Mondiali, Mbappè non fa pubblicità agli alcolici

Premiato sempre come Mvp nelle gare del Mondiale, Mbappé ha sempre nascosto il marchio dello sponsor del premio Fifa, una sorta di cilindro rosso griffato Budweiser. Nella politica relativa ai diritti di immagine del calciatore rientra infatti anche la volontà di evitare pubblicità a cibi spazzatura, alcol e siti di scommesse sportive, proprio per non essere un esempio negativo per bambini e ragazzi. L’azienda americana avrebbe fatto causa alla Fifa per circa 50 milioni di dollari per l’improvviso voltafaccia avvenuto a poche ore da Qatar-Ecuador, la prima gara del Mondiale.

Mondiali, Mbappè non voleva mai parlare in conferenza

Da quando è iniziato il Mondiale Mbappé ha partecipato solo ieri ad una conferenza stampa, dopo il successo sulla Polonia, ancora una volta nascondendo il marchio e con tante multe che la federcalcio francese ha dovuto versare alla Fifa per le sue assenze. Il motivo? Lo ha spiegato lui stesso: “Pagherò le ammende di tasca mia, il silenzio in conferenza stampa è una mia decisione personale, volevo restare tranquillo ma non voglio che ne vada di mezzo la Federazione”.

Mondiali, Mbappè ha sette auto di lusso ma non ha la patente

E’ appassionato di auto di lusso il bomber del Psg: nel suo garage figurano almeno sette automobili di gran valore. Tra queste, una Ferrari 488 Pista, un’Audi R8 e una RS7, una Mercedes V e anche una Volkswagen Tiguan ma la cosa singolare è Kylian Mbappé non ha la patente. Dato che è stato impegnato sin da piccolo con gli allenamenti e le partite di calcio agonistico, il calciatore ha dichiarato di non aver avuto tempo di prenderla. Non gli mancano gli autisti, però.

Mondiali, Mbappè e la passione per Holly e Benji

Infine un’ultima curiosità: nell’estate 2019 in Giappone per motivi di marketing, Mbappè è stato accolto da Yoichi Takahashi, il creatore del celebre cartone calcistico Holly e Benji, che per l’occasione ha creato una versione ad hoc del giocatore che ha sempre amato quei disegni animati. Il suo amore per il manga giapponese si era già capito nel settembre 2018, quando, dopo un infortunio alla spalla, postò sui social un selfie con una fasciatura con accanto un’immagine che mostrava Holly con un bendaggio simile.

Mondiali: Mbappè meglio di Pelè e Messi: i record, lo sponsor e la patente Fonte: Ansa

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...