Virgilio Sport

Mondiali Qatar 2022: morto anche il giornalista Roger Pearce, è il terzo dopo Wahl e al-Misslam

Scomparso anche il professionista dello sport britannico in Qatar: la sua morte è stata collegata solo adesso con quella dei colleghi deceduti durante i Mondiali

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Mondiali Qatar 2022: morto anche il giornalista Roger Pearce, è il terzo dopo Wahl e al-Misslam Fonte: Getty Images

Solo in queste ore è stata messa in relazione la tragica morte di Roger Pearce, direttore tecnico dell’emittente londinese Itv Sport, con le scomparse del popolarissimo reporter americano Grant Wahl e, 24 ore più tardi, del fotografo qatarino Khalid al-Misslam. Decessi misteriosi, improvvisi di difficile lettura, stando alle prime informazioni su queste tragedie che hanno colpito professionisti che non avevano malattie o problemi pregressi, secondo quanto emerso fino a questo momento.

Mondiali Qatar 2022: la morte di Roger Pearce

A inizio torneo, prima della partita tra Stati Uniti e Galles quella per la quale Wahl era stato fermato all’ingresso a causa della sua maglietta arcobaleno, del 21 novembre scorso, un malore ha stroncato improvvisamente Roger Pearce, direttore tecnico di Itv Sport. Una morte tragica, quanto imprevedibile: Pearce è deceduto nella sua camera di albergo a Doha, dove era arrivato per seguire l’ottava Coppa del Mondo della sua carriera, tappa fondamentale prima di andare in pensione tra circa cinque settimane dopo il termine del torneo.

Una circostanza che, nell’immediato, non aveva destato sospetti o interrogativi posto che ogni considerazione sulle possibili ragioni della sua perdita, saranno approfondite ove necessario.

La scomparsa del giornalista inglese: è il terzo

Come riferiscono i siti britannici, Independent, Metro, Ibc, Pearce stava coprendo il suo ottavo torneo di Coppa del Mondo quando ha avuto un malore e non si è più ripreso. La sua morte è stata annunciata in onda prima della partita di lunedì 21 novembre tra Galles e Stati Uniti, con l’emittente Mark Pougatch che ha dato la notizia.

“Abbiamo delle notizie molto tristi da portarvi da qui in Qatar”, ha detto. “Il nostro direttore tecnico, Roger Pearce, che era qui per imbarcarsi nella sua ottava Coppa del Mondo, è tristemente venuto a mancare”.

Il direttore dello studio e amico Neil Stainsby della Bbc ha condiviso su Twitter un ricordo di Pearce che, secondo quanto riportato da Independent, sarebbe andato in pensione tra cinque settimane.

“E’ davvero triste aver appreso della morte del mio amico ed ex collega di Itv Meridian, Roger Pearce. È morto durante il suo ultimo incarico in Qatar prima della pensione tra 5 settimane. Rip Roger”, ha scritto Stainsby. Pearce ha iniziato la sua carriera come ingegnere presso Grampian Tv e ha lavorato in altre canali di Itv come Tvs e Meridian, prima di entrare a tempo pieno nel network sportivo Itv nel 2001 per diventarne il direttore tecnico nel 2008.

La drammatica morte di Grant Wahl

Come accennato, è inquietante constatare come Roger Pearce sia mancato in Qatar, durante questa Coppa del Mondo, poco prima del giornalista statunitense Grant Wahl, 48 anni, che si è improvvisamente accasciato ed è deceduto mentre copriva Olanda-Argentina, match dei quarti di finale ai Mondiali di Qatar 2022.

Il fratello del celebre giornalista e inviato statunitense aveva avanzato dei sospetti in merito al decesso di Grant, attribuito a uno stress eccessivo stando alle prime dichiarazioni del suo agente.

Storico e noto collaboratore di Sports Illustrated, corrispondente di Fox Sports e analista calcistico per CBS Sport, Wahl – come già rammentato – aveva indossato una maglietta arcobaleno che aveva destato alcuni problemi al momento dell’accesso allo stadio, prima di Stati Uniti-Galles.

“Io sono gay ed è per questo motivo che aveva indossato la maglia arcobaleno ai mondiali”, ha affermato Eric Wahl, “mio fratello stava bene di salute ma dopo quel gesto aveva ricevuto minacce. Io credo che sia stato ucciso, vi prego ai aiutarmi”.

Il celebre inviato si è accasciato in tribuna stampa mentre la partita volgeva al termine, apparentemente per un attacco di cuore. Subito soccorso, ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato vano. Scossa la moglie del giornalista, la dottoressa Celine Gounder, specialista in malattie infettive apparsa più volte in televisione durante la pandemia Covid-19 e che si è detta “sconvolta” dalla notizia.

Il Dipartimento di Stato Usa ha fatto sapere di essere in contatto con le autorità del Qatar per “assicurare che i desideri della sua famiglia siano accolti il più rapidamente possibile”. La federcalcio statunitense ha inviato un messaggio di cordoglio ricordando la sua passione, la sua competenza e il suo “impegno per i diritti umani”.

Fonte:

L’omaggio al giornalista deceduto dei colleghi

Le circostanze della morte di Wahl non del tutto chiare

Le circostanze della sua morte non sono chiare, ma nei giorni scorsi Wahl aveva lamentato di non sentirsi bene, tanto da essersi rivolto all’ambulatorio del centro stampa, credendo di avere una bronchite e si era sottoposto a un tampone Covid, negativo secondo le informazioni riportate dall’agenzia Agi. Gli era stato somministrato uno sciroppo per la tosse e ibuprofene.

Aveva poi detto di sentirsi meglio, dopo avere ammesso di aver sofferto, il 3 dicembre scorso, “una capitolazione involontaria da parte del mio corpo e della mia mente” dopo la partita Stati Uniti-Olanda. “Non è il mio primo mondiale – aveva raccontato sulla sua newsletter – Ne ho fatti otto … e mi sono ammalato ogni volta, si tratta solo di trovare un modo per portare a termine il proprio lavoro”.

La scomparsa improvvisa del fotografo al Misslam

Secondo i media qatarioti come Peninsula Qatar e Gulf Times, il fotografo al-Misslam sarebbe stato sepolto nella giornata di sabato 10 dicembre. Anche lui — come Grant Wahl, il freelance statunitense scomparso mentre assisteva dalla tribuna stampa ad Olanda-Argentina — era a Doha per coprire i Mondiali.

Anche sulla sua tragica fine non sono ancora emersi, né riportati ulteriori informazioni sulla causa del decesso, attribuita fino a questo momento a un malore imprevedibile.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...