Virgilio Sport

Napoli, Alvino festeggia lo scudetto: è subito polemica

Il giornalista ha voluto ricordare con un’immagine e con qualche parola al veleno la vittoria del Napoli a Torino nel 2018

23-04-2020 08:40

Napoli, Alvino festeggia lo scudetto: è subito polemica Fonte: Ansa

Una data da segnare sul calendario. Per molti tifosi del Napoli, quella del 22 aprile del 2018 per molti tifosi partenopei è un momento da ricordare. La vittoria della formazione partenopea sul campo della Juventus con la rete di Koulibaly ha regalato ai fan azzurri la speranza di uno scudetto che poi non si è mai concretizzato.

Alvino va all’attacco dei “disonesti”

A riaccendere la polemica ci pensa il giornalista sportivo e tifoso del Napoli, Carlo Alvino che sul proprio account Twitter ha pubblicato una foro che lo vede in studio con il difensore senegalese: “Solo per l’almanacco del calcio e per i disonesti il Napoli non ha vinto tre scudetti. Grazie a Koulibaly per avermi fatto piangere di gioia per la maglia che ci rappresenta. Forza Napoli Sempre”.

Un messaggio molto chiaro quello del giornalista che accusa ancora una volta la Juventus di aver conquistato lo scudetto grazie ai favori arbitrali ricevuti nella gara del San Siro contro l’Inter. Ma ovviamente le parole del giornalista napoletano fanno discutere e in tanti sono intervenuti nella polemica.

Le reazioni degli juventini

Ovviamente non sono mancate critiche e un po’ di ironie da parte dei tifosi della Juventus: “Quattro ne dovevate vincere, tre sono pochi”, scrive Zingaraccio. E Willer attacca: “Eh già il campionato finiva in quella partita, ops eravate ancora indietro. Poi saluti da Firenze”. Anche Feli sulla stessa lunghezza d’onda: “Potevano giocarsi la partita a Firenze e invece no”.

Napoletani di nuovo all’attacco

Quello scudetto mancato nell’ultimo anno dell’era Sarri pesa ancora nei ricordi dei tifosi del Napoli: “Io mi sento derubato anche dello scudetto del primo anno di Sarri”, sostiene Domenico che con il ricordo va ancora più indietro. E ancora: “Io non ho mai più rivisto nulla dopo quella partita, perché quell’Inter-Juve fu davvero incredibile”.

La sospensione del campionato ha permesso a molti tifosi di rituffarsi nelle imprese del passato alimentando un senso di nostalgia: “Oggi mi sento a pezzi, mi manca il Napoli, la mia curva, la mia gente, un giorno all’improvviso. Mi manca la maglia e l’emozione al goal. E’ davvero dura”. Ma c’è anche chi ravvisa nelle mancate prese di posizione del presidente De Laurentiis, una colpa per quella situazione: “ADL avrebbe dovuto avere il coraggio di gesti eclatanti”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...