Virgilio Sport

Pistocchi ricorda Vianello a 10 anni da morte, il web si commuove

L'attore fu anche conduttore del talk sportivo Pressing

15-04-2020 10:15

Pistocchi ricorda Vianello a 10 anni da morte, il web si commuove Fonte: Twitter

Dieci anni fa, il 15 aprile 2010, moriva Raimondo Vianello. Attore, autore, sceneggiatore e conduttore, è stato uno dei personaggi più amati della storia della tv. Con la moglie Sandra Mondaini ha formato la coppia più longeva del mondo dello spettacolo: 52 anni insieme ma anche i suoi film e i suoi sketch con Tognazzi sono rimasti immortali. Grande appassionato di calcio, Vianello condusse anche la domenica sera “Pressing”, l’approfondimento sportivo di Mediaset.

Il calciatore Raimondo

Tifoso dell’Inter, fu giocatore poco dopo la seconda guerra mondiale e si vocifera fosse stato contattato dal Palermo, allora in Serie B, nel 1946. Vianello partecipava a tutti i match delle ‘Partite del cuore’, anche se solo per pochi minuti, scese in campo anche dopo i suoi 80 anni, a San Siro, con il numero 81 e la maglia dell’Inter, per un’iniziativa di beneficenza.

Il ricordo di Pistocchi
In quel “Pressing” condotto da Vianello c’era anche Maurizio Pistocchi che ha voluto ricordare con un tweet la figura dell’attore.

Pistocchi scrive: “Raimondo Vianello &“Pressing” furono una bella idea di Berlusconi: era un professionista gentile e impeccabile, un uomo allegro e divertente, una bella persona.Oggi sono 10 anni, mi manca e ci manca. E manca alla TV Ciao Raimondo”.

Le reazioni sul web

Il popolo del web si commuove nel ricordare la figura di Vianello: “Secondo me è stato il programma che più si è divertito a fare. In assoluto. Raimondo Vianello un fuoriclasse” o anche: “Ero solo un bambino ma ricordo una bellissima atmosfera: né risse né esagitati, ma racconto della giornata calcistica con la giusta leggerezza, e in un modo meno ingessato rispetto ad altre proposte. Bei tempi”.

Il tweet di Giordano

Paolo Giordano, giornalista de Il Giornale, ha twittato: “Dieci anni senza Raimondo Vianello, la risata più elegante del ‘900 che voleva fare il calciatore ma diventò uno dei padri della tv italiana”.

Fioccano commenti sui social: “Pacato, educatissimo ma soprattutto dotato di un humour inarrivabile che segnó tutta la sua bellissima carriera” e infine: “Mi manca molto, il suo modo di commentare i post partita con il suo modo di fare che ora è raro trovare”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...