Virgilio Sport

Premier League: impegni casalinghi per Ancelotti, Arteta e Guardiola

Trasferta insidiosa per Solskjaer; Mou cerca il riscatto contro i "seagulls"

Pubblicato:

Premier League: impegni casalinghi per Ancelotti, Arteta e Guardiola Fonte: Getty Images

Il 3-1 rifilato ieri da Klopp a Mourinho permette ai “reds” di rimanere in corsa per il titolo.  E’ vero che il City deve recuperare un apartita, ma il Liverpool grazie ai tre punti di ieri supera il West ham e mette nel mirino Leicester e United a cui recupera rispettivamente due e tre punti.

La 20a giornata si apre sabato alle 13.30 con Everton-Newscastle con i precedenti che sorridono ai padroni di casa che hanno perso solo una delle ultime 16 partite casalinghe di Premier League contro il Newcastle (10V, 5N), ovvero quella per 1-0 del settembre 2010. Ancelotti ha perso solo una delle ultime otto partite di Premier League (5V, 2N): quella per 0-1 contro il West Ham a Capodanno mentre i “magpies”  hanno perso le ultime cinque trasferte di Premier League, per di più senza trovare il gol nelle ultime quattro.

Alle 16.00 Crystal Palace-Wolves. Il Crystal Palace ha perso le ultime tre partite contro i Wolves in tutte le competizioni, non riuscendo a segnare in ogni sconfitta mentre i Wolves potrebbero vincere entrambe le gare stagionali in campionato contro il Crystal Palace per la prima volta dal 2008/09 in Championship, mentre nella massima serie lo hanno non ci riescono dal 1971/72 sotto Bill McGarry. Ospiti in serie negativa: non vincono da ben sette partite di Premier League (3N, 4P), e non registrano una striscia più lunga senza vittorie nella competizione dal periodo tra febbraio 2012 e agosto 2018 (17).

Testacoda tra City e Sheffield united con i “citizens” imbattuti da 11 partite casalinghe contro lo Sheffield United in tutte le competizioni (6V, 5N), dalla sconfitta per 3-2 in campionato a Maine Road nell’ottobre 1987. Gli ospiti non hanno vinto nessuna partita di Premier League contro il Manchester City in nove tentativi (3N, 6P), segnando un solo gol, con Brian Deane nell’1-1 nell’aprile 1993. Attenzione però al (im)possibile bis degli ospiti: dopo la vittoria per 2-1 a Old Trafford in settimana, lo Sheffield United punta a vincere in trasferta contro entrambe le squadre di Manchester nella stessa stagione di massima serie per la prima volta dal 1973-74. 

Scontro retrocessione in terra d’Albione. Il West Bromwich non ha vinto nessuna delle ultime otto gare interne di Premier League contro il Fulham (4N, 4P); l’ultimo successo contro questa formazione risale addirittura all’ottobre 2010 per 2-1 con Roberto Di Matteo in panchina. Tre delle ultime quattro sfide di campionato tra West Brom e Fulham disputate all’Hawthorns sono terminate in pareggio, con il Fulham che ha ottenuto il successo nella restante (2-1, nella prima partita dell’anno solare 2013). I padroni di casa hanno perso le ultime cinque gare interne in campionato, subendo almeno tre gol in ciascuna di queste, mentre nessuna squadra di questa Premier League ha una striscia aperta di gare di fila senza successi più lunga del Fulham (nove: 6N, 3P); i Cottagers hanno alternato una gara senza reti (cinque) ad una gara con solo una rete messa a segno (quattro) in ciascuna gara del parziale, pareggiando 0-0 contro il Brighton nella più recente.

Trasferta insidiosa per lo United che fa visita ai Gunners che hanno vinto le ultime due partite di Premier League contro il Manchester United. ll Manchester United non ha vinto nessuna delle quattro partite di Premier League giocate contro l’Arsenal con Ole Gunnar Solskjær alla guida della squadra (1N, 3P); il norvegese è l’unico allenatore dei Red Devils ad avere affrontato i Gunners più di una volta nella massima serie senza mai vincere. Il Manchester United è imbattuto da 17 trasferte di Premier League: si tratta della striscia più lunga senza sconfitte lontano da casa dei Red Devils nel massimo torneo, mentre l’Arsenal ha vinto cinque delle ultime sei partite di Premier League.

il sabato di Premier si chiude alle 21.00 con Southampton-Aston Villa. Il Southampton ha perso le ultime due gare di Premier League: tante quante nelle precedenti 15 nella competizione (8V, 5N). L’ultima volta che i biancorossi hanno subito tre KO di fila è stato nel novembre 2019, mentre i “villans” dopo aver vinto cinque delle prime sette trasferte di campionato in questa stagione (1N, 1P) e tenuto la porta inviolata cinque volte nel parziale, , l’Aston Villa ha perso le ultime tre gare esterne, subendo almeno due gol in ognuna di queste. 

Nessuno dei 13 incontri di Premier League tra Chelsea e Burnley è stato senza gol prima dell’intervallo: questa è l’unica partita di Premier League giocata più di 10 volte e che ha visto un gol segnato nella prima metà di ogni incontro. I “blues”  non vincono da tre partite casalinghe di campionato, l’ultima volta con una serie più lunga senza vittorie allo Stamford Bridge è stata nel maggio 2016 sotto Guus Hiddink (cinque partite) mentre il Burnley potrebbe vincere tre partite consecutive di Premier League per la prima volta dall’aprile 2019. L’ultima volta in cui ha vinto tre partite consecutive nella massima serie contro squadre che hanno iniziato la giornata nella metà superiore della classifica è stata nel marzo 1965. 

Domenica 31 gennaio apre la giornata Leicester-Leeds. L’unico precedente in Premier League del Leeds al King Power Stadium risale al settembre 2003, quando fu sconfitto per 4-0 con Peter Reid in panchina. L’unica vittoria (1-0) esterna in campionato del Leeds contro il Leicester al King Power risale al novembre 2011 in Championship. Il Leicester non perde da sette partite di Premier League (4V, 3N): solo il Manchester City vanta una serie aperta più lunga di gare senza sconfitta nella competizione (11) mentre il Leeds è l’unica squadra a non avere ancora pareggiato in trasferta in questo campionato (5V, 5N).

Trasferta molto impegnativa per Klopp e il suo Liverpool anche se i numeri dicono che il West Ham United non vince da nove partite di Premier League contro il Liverpool (2N, 7P). Il Liverpool ha perso solo una delle ultime 31 partite di Premier League giocate di domenica (21V, 9N), con la sconfitta arrivata con l’Aston Villa all’inizio di questa stagione (2-7). Ognuna delle ultime tre partite di campionato di domenica dei Reds è terminata in pareggio. 

Chiude la 20a giornata di Premier Brighton-Tottenham. Gli Spurs hanno vinto 10 delle 15 partite del massimo campionaro contro il Brighton (67%); si tratta della seconda percentuale di vittorie più alta di una squadra contro una singola avversaria affrontata più di 10 volte nella massima serie, dopo soltanto quella del Swansea City (13/18, 72%). Il Brighton invece, non vince da 14 partite casalinghe di Premier League (7N, 7P). L’ultima squadra ad avere registrato una serie più lunga di match senza vittoria è stata il Derby County nella stagione 2007-08 (16 in quel caso). Il Tottenham ha perso solo una delle ultime 12 trasferte di Premier League (6V, 5N), ovvero quella in casa del Liverpool lo scorso dicembre. Il Brighton ha raccolto quattro punti nelle ultime due sfide di Premier League (1V, 1N): tanti nelle otto precedenti (0V, 4N, 4P). I Seagulls potrebbero non subire gol per tre gare consecutive in campionato per la prima volta da ottobre 2018.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...