,,
Virgilio Sport

Project Stryker, il futuro delle trasmissioni eSport secondo RiotGames

Nasce ufficialmente Project Stryker, il progetto futurista di Riot Games che si pone come obiettivo finale quello di rivoluzione il settore delle trasmissioni streaming eSports.

19-07-2022 19:37

Francesco Basile

Francesco Basile

eSport Web Editor

Nato con i videogame, è già un superesperto di eSports. Ha fatto nascere diverse iniziative di settore e sa tutto, ma veramente tutto, di quello che ruota dentro e intorno al mondo dello sport virtuale. Per Virgilio Sport approfondisce e racconta l’eSport a 360 gradi con l’esperienza di un giovanissimo veterano.

Project Stryker, il futuro delle trasmissioni eSport secondo RiotGames

Nasce ufficialmente Project Stryker, il progetto futurista di Riot Games che si pone come obiettivo finale quello di rivoluzione il settore delle trasmissioni streaming eSports.

Dublino scelta come prima sede

Dublino è il luogo dove sorgerà il primo tassello del progetto, o meglio il primo grandioso edificio. Più precisamente a 10 miglia dal centro della città di Dubino, in Irlanda, nella periferia industriale di Swords.  L’edificio è il primo di tre impianti di trasmissione remota (RBC) che costituiranno quello che Riot ha denominato Project Stryker. Gli RBC che compongono Stryker devono essere posizionati strategicamente a otto ore di distanza l’uno dall’altro per creare un modello di trasmissione “follow-the-sun”, che consentirà a Riot di produrre eventi esport 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. 

Le specifiche tecniche della struttura

Oltre 32 km di cablaggio e linee dati a 100 Gbps si combinano per portare feed di eventi dal vivo all’impianto di produzione in circa 1/10 di secondo. Due delle innumerevoli sale di controllo sono state dedicate anche alla nuova partnership di Riot con Amazon Web Services (AWS). Le sale di controllo sono dotate di tecnologia all’avanguardia e zero client computing basato su cloud che consentirà a Riot di produrre eventi in modo efficiente anche in virtuale e remoto.

Il progetto futurista migliorerà  produzione di Riot, consentendo la produzione di tutti gli eventi di League of Legends, VALORANT e Wild Rift utilizzando la tecnologia più all’avanguardia del settore. La costruzione dell’evento è costata circa $ 18 milioni (~ £ 15 milioni). La struttura di Dublino creerà anche 120 nuovi posti di lavoro, ha affermato Riot, una gradita pausa dai licenziamenti del settore che stanno continuamente catturando i titoli dei giornali. Ma non finisce qui perché altre due hub sono già in cantiere.

Un progetto che guarda al futuro

“Non abbiamo cercato di costruire qualcosa che potesse funzionare oggi, abbiamo cercato di costruire qualcosa che avrebbe funzionato per i prossimi 10 anni”, ha affermato James Wyld, ingegnere di infrastrutture antisommossa e responsabile tecnologico per Project Stryker, mentre guidava la stampa intorno al facilità. “Stiamo costruendo l’infrastruttura per il prossimo decennio degli esport di Riot.”

 

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...