Virgilio Sport

San Siro può cambiare nome: tremano i tifosi di Inter e Milan

Dopo il protocollo d'intesa per la ristrutturazione probabile nuova denominazione. Uno sponsor potrebbe prendersi i diritti della Scala del Calcio

Pubblicato:

San Siro può cambiare nome: tremano i tifosi di Inter e Milan Fonte: Ansa

Comandano i soldi e non da oggi. Vale per il marketing i diritti tv e anche per gli stadi. Come è già successo a tanti top-club, che hanno cambiato il nome dello stadio intitolandolo al main-sponsor (in Italia come all’estero) anche San Siro potrebbe andare in pensione. Non lo stadio, ma il nome dello storico impianto meneghino. E’ quanto si ipotizza dopo che Milan e Inter hanno trovato un protocollo d’intesa per rendere l’impianto più moderno ed efficiente possibile. Entro la fine di quest’anno sarà stilato il piano di rinnovamento di ‘San Siro‘ e non è detto che, tra le idee condivise da rossoneri e nerazzurri, non possa trovare spazio anche una clamorosa novità: uno sponsor che possa acquistare i ‘naming rights’ de ‘La Scala del Calcio’ e, pertanto, dare il proprio nome allo stadio. Come la prenderanno i tifosi?

DA SAN SIRO A MEAZZA – Ufficialmente dal 1980 il nome ufficiale è Stadio Giuseppe Meazza, ma per tutti è sempre stato San Siro, cioè il nome della zona di Milano in cui venne costruito fra il 1925 e il 1926 per volontà di Piero Pirelli, allora presidente del Milan e figlio di Giovanni Battista, fondatore di Pirelli, azienda produttrice di pneumatici che è sponsor dell’Inter dal 1995. Il 7 settembre 1926 lo stadio venne presentato ai giornalisti, invitati a un pranzo dal presidente del Milan, che annunciò dunque l’inaugurazione per il 19 settembre di quell’anno con una partita speciale: il primo derby di San Siro, un’amichevole vinta 6-3 dall’Inter. Dalla costruzione al 1935 lo stadio fu proprietà del Milan, l’unica squadra che all’epoca ci giocava: poi venne comprato dal comune di Milano, che ne detiene ancora la proprietà e lo affitta annualmente a Milan e Inter, che ci gioca dal 1947. È cambiato parecchio San Siro. Appena costruito si presentava con quattro tribune – una sola coperta – e con una capienza di 35.000 spettatori.

LA CAPIENZA – Il comune di Milano poi collegò le quattro tribune, portando la capienza a 55.000 posti. Nel 1955 San Siro arrivò a contenere 100.000 spettatori dopo la costruzione del secondo anello: ma allora esistevano meno norme di sicurezza e i controlli ai cancelli non erano così minuziosi. San Siro divenne lo stadio che è ora tra la fine degli anni Ottanta e la Coppa del Mondo del 1990, per cui venne aggiunto un terzo anello, la copertura totale dell’impianto e le riconoscibilissime undici torri cilindriche in cemento armat. Per ospitare la finale di Champions League di 3 anni fa lo stadio ha dovuto subire diverse modifiche. Il principale cambiamento ha riguardato le panchine, che sono state spostate tra i posti degli spettatori a bordo campo, come negli stadi inglesi. Inoltre le barriere di sicurezza del primo anello di tribune sono state abbassate da 2,20 metri a 1,10. È stata anche rinnovata la segnaletica e sono state fatte diverse altre piccole migliorie. Ma si chiamerà ancora San Siro?

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...