Virgilio Sport

Pagelle Verona-Fiorentina 2-1: Noslin decisivo, che pasticcio di Christensen!

Top e flop della gara valida per la 35esima giornata di Serie A: ritorna al gol Castrovilli, grande partita di Magnani che annulla Nzola

Pubblicato:

Ylenia Cucciniello

Ylenia Cucciniello

Football Specialist

Giovanissima e appassionatissima di tutto lo sport: scrive di calcio giocato ma non rinuncia allo sguardo sull'extra campo, dove spesso si trovano risposte che il rettangolo verde non riesce a restituire

Un missile di Noslin nella ripresa decide la gara tra Verona e Fiorentina andata in scena al “Bentegodi”. Dopo il vantaggio iniziale dei gialloblù grazie al gol di capitan Lazovic su rigore e la risposta della Viola con la potente rete di Castrovilli, i padroni di casa portano a casa tre punti preziosissimi grazie al gol dell’olandese arrivato al 14′ del secondo tempo. Vittoria fondamentale in ottica salvezza della squadra di Baroni che si posiziona attualmente al quattordicesimo posto con 34 punti. Si complica il cammino della Fiorentina per quel che riguarda la lotta per una posizione europea, anche se deve ancora recuperare la sfida con l’Atalanta.

La chiave della partita

La Viola si complica la vita da sola con un pasticcio difensivo che regala di fatto il rigore al Verona, poi trasformato da Lazovic. Prova a reagire la Fiorentina, ma deve fare i conti con la solidità difensiva dei gialloblù e con l’atteggiamento propositivo con cui sono scesi in campo. A solo un minuto dall’intervallo, la formazione di Italiano trova il pareggio con lo spunto di Nzola per Castrovilli che vince un contrasto al limite dell’area e batte Montipò.

Nel secondo tempo, nonostante sia iniziata a venir meno la lucidità e mettendo in risalto vari errori da una parte e dall’altra, riesce a spuntarla ancora una volta il Verona, che non ha certamente perso l’aggressività. I padroni di casa attaccano nuovamente con tanti uomini in area e si riportano in vantaggio grazie al missile di Noslin sul rimpallo di Milenkovic, seppur con qualche polemica per un presunto tocco di mano di Lazovic. Le troppe imprecisioni da parte della Fiorentina e il nervosismo nei minuti finali hanno ulteriormente complicato la situazione, con i cambi da parte di Vincenzo Italiano che non hanno contribuito a cambiare l’inerzia del match.

Rivivi le emozioni di Verona-Fiorentina

Top e flop del Verona

  • Lazovic 7: Gela Christensen dagli undici metri e porta il Verona in vantaggio. Bene sulla destra. (29′ st Suslov 6).
  • Noslin 7: Approfitta del pasticcio difensivo della Viola e guadagna un prezioso calcio di rigore. Nella ripresa spacca la porta e segna il 2-1: quarto gol in campionato per l’olandese.
  • Montipò 6.5: Ottima parata nell’uno contro uno con Nzola, anche se l’azione era in fuorigioco. Nel corso della gara ha effettuato parate fondamentali. Non ha potuto nulla sul gol di Castrovilli.
  • Magnani 6.5: Grande performance del classe ’95. Recupera palloni cruciali e svolge un ottimo lavoro in fase difensiva. Prevale nel duello con Nzola. (39′ st Dani Silva ng).
  • Vinagre 5.5: Non riesce a farsi vedere nel corso della sua gara. (17′ st Tchatchoua 5.5).

Top e flop della Fiorentina

  • Castrovilli 7: Prima il palo, poi la gioia del gol. Alla sua seconda da titolare dopo l’infortunio ritrova la rete riportando i suoi in parità e segna la sua rinascita dopo un momento complicato.
  • Nzola 6.5: Primo tentativo dopo pochi minuti dal fischio d’inizio a tu per tu con Montipò, ma è in fuorigioco. Si fa rivedere con un’altra bella iniziativa: spizza di testa e invola Ikonè nell’uno contro uno. Poi serve l’assist per il gol di Castrovilli. Soffre il duello con Magnani.
  • Ikonè 5.5: Partita di sacrificio, ma spreca troppe chance. Offre vari spunti, ma deve fare i conti con la difesa dei padroni di casa e le parate straordinarie di Montipò. (24′ st Beltran 5.5)
  • Ranieri 5: Misunderstending con Christensen che porta al rigore in favore dei padroni di casa.
  • Christensen 4.5: Che pasticcio con Ranieri! Perde il pallone e cade su Noslin causando il rigore. L’episodio lo deconcentra e rischia in un altro paio di uscite. Poteva fare qualcosa di più sul gol di Noslin.

Il tabellino

VERONA-FIORENTINA 2-1

VERONA (4-2-3-1): Montipò; Centonze, Magnani (39′ st Dani Silva) Coppola, Vinagre (17′ st Tchatchoua); Duda, Serdar, Lazovic. Folorunsho (39′ st Dawidowicz), Lazovic (29′ st Suslov); Bonazzoli (1′ st Swiderski). A disp. Chiesa, Perilli, Belahyane, Tavsan, Henry, Mitrovic, Charlys, Corradi. All. Baroni.

FIORENTINA (4-2-3-1): Christensen; Faraoni (38′ st Belotti), Milenkovic, Ranieri, Parisi; Duncan (17′ st Bonaventura), Maxime Lopez (24′ st Mandragora); Ikoné (24′ st Beltran), Barak, Castrovilli (17′ st Kouame); Nzola. A disp. Terracciano, Dodô, Biraghi, Arthur, Infantino, Martinez Quarta, Kayode, Comuzzo, Caprini, Fortini. All. Italiano.

ARBITRO: Rapuano di Rimini

MARCATORI: pt 13′ rig. Lazovic, 42′ Castrovilli; st 14′ Noslin

NOTE: Ammoniti: Coppola, Mandragora, Folorunsho. Angoli: 1-2 per la Fiorentina. Recupero: 1′ pt; 6′ st.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...