Virgilio Sport

Srna: "Ero a pezzi e il Cagliari mi ha voluto"

Il racconto del terzino croato.

Pubblicato:

Srna: "Ero a pezzi e il Cagliari mi ha voluto" Fonte: 123RF

Il terzino del Cagliari Darijo Srna  in un ‘intervista alla Gazzetta dello Sport ha ripercorso la sua estate da incubo: “Avevo perso tutto in un attimo. Prima il doping e la squalifica, e mi cade il mondo addosso. Poi il presidente Akhmetov dello Shakhtar che mi dice che non mi rinnoveranno il contratto, ed è un altro pugno in faccia. Lo capisco, fa il suo lavoro, lo Shakhtar è il mio amore, so che deve crescere dei giovani. Io però avevo comprato una bella casa a Donetsk, il presidente aveva aperto una scuola internazionale dove andavano i miei bambini. In un soffio,tutto sparito. Ero a pezzi. La squalifica è stato il momento peggiore della carriera, ma sono robusto. Quel che non ti ammazza ti fortifica”.

Quindi, la scelta di trasferirsi in Sardegna: “Prima di decidere ho preso informazioni. Giovanni e Giacomo Branchini, che non sono i miei agenti, ma amici, mi hanno parlato dell’ambiente, poi mi ha chiamato Pavoletti, che mi piace molto”.

“Il presidente Giulini mi ha voluto come sono. Gli amici mi dicono: ‘Darijo, ma ti rendi conto che la gente paga per vivere in Sardegna e invece ti pagano per stare lì?’. Maran mi ha convinto a partire per la Russia mentre eravamo in ritiro, per assistere alla finale del Mondiale: è una persona speciale e ha capito che per me era importante”.

 

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...