Virgilio Sport

Stano vince il 14^ premio Cannavò

Il marciatore pugliese punta ai due ori iridati, dopo aver bissato il successo olimpico a Eugene.

11-01-2023 19:20

Stano vince il 14^ premio Cannavò Fonte: Getty Images

Il 14^ premio Cannavò, promosso dall’Atletica Bracco del presidente Angelotti, è assegnato al marciatore Massimo Stano.

Il 30enne poliziotto pugliese è l’ottavo campione olimpico a impreziosire l’albo d’oro del riconoscimento, vinto per la prima volta da un marciatore: “Mi inorgoglisce aver vinto questo premio, ringrazio chi lo ha ideato, pensando a me quale candidato per la stagione disputata; cerco di proseguire il mio momento magico, ai Mondiali vorrei essere competitivo sia nella 20 che nella 35 km. L’avvicinamento all’evento avverrà sulla distanza corta, con ogni probabilità ai campionati italiani di Frosinone il 19 marzo”.

La premiazione è avvenuta nella redazione de La Gazzetta dello Sport, dove ha preso la parola il direttore Stefano Barigelli: “E’ bello premiare un campione dello sport italiano, ma il campione dei campioni è stato Candido, un giornalista unico, moderno, capace di grandi intuizioni, che ha fatto della competenza e della passione i suoi tratti distintivi. Siamo felici che un riconoscimento alla sua memoria valorizzi un super atleta come Massimo”.

La famiglia Cannavò si è detta lieta del riconoscimento assegnato al solo, tra gli olimpionici di Tokyo, in grado di riconfermare l’oro a Eugene: “Questo per noi è sempre un bel momento molto bello” ha aggiunto il figlio Alessandro “In Gazzetta continuiamo a sentirci a casa. Quando poi c’è di mezzo l’atletica, disciplina che papà amava di più alla pari del ciclismo, non possiamo che essere felici. Amava chi raggiungeva certi risultati grazie alla serietà e all’applicazione: in questo senso nessuno più di Massimo, atleta che rappresenta il bello dell’Italia, merita il premio”.

La motivazione del riconoscimento spetta infine ad Angelotti: “Massimo sa cosa sia la fatica, è uno che vince in silenzio; vincendo il titolo iridato si è confermato ai livelli più alti e adesso va incontro a una missione apparentemente impossibile, inseguire due titoli mondiali a Budapest. Cannavò era molto appassionato di marcia: sulle pagine de La Sicilia nel 1952 celebrò il trionfo di Dordoni nella 50 km di Helsinki”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...