Virgilio Sport

Tennis, Crivelli: “Sinner? Ha la giusta ambizione”

Il giornalista della Gazzetta dello Sport a Tennis 2U: “ Alcaraz? Adesso vince le partite senza avere bisogno di stare al 100% su ogni punto”

08-05-2023 10:17

Tennis, Crivelli: “Sinner? Ha la giusta ambizione” Fonte: Getty Images

Il tennis sta entrando sempre di più nell’apice dei tornei sulla terra rossa. Il giornalista della Gazzetta dello Sport. Riccardo Crivelli, nel corso della trasmissione Tennis 2U, programma in collaborazione tra OA Sport e Sport 2U, ha commentato i tornei sulla terra rossa ed ha analizzato la situazione del tennista altoatesino Jannik Sinner.

Il giornalista, riguardo la rinuncia di partecipare a Madrid da parte di Sinner, ha dichiarato: “Quello che noto è che c’è un calendario sempre più compresso e con una serie di tornei importanti uno dietro l’altro. Sono sempre di più i giocatori ad autogestirsi. Alcaraz non ha giocato a Montecarlo, Sinner ha saltato Madrid. Soprattutto i giocatori di alto livello, che possono perdere punti e anche soldi, decidono di saltare anche dei Masters 1000. Tornando a Jannik, è evidente che dopo i due 1000 americani e Montecarlo, potesse decidere di saltare Madrid anche per le caratteristiche del torneo e lui poi tiene particolarmente a Roma”.

Crivelli poi commenta cosa possa ottenere Sinner dai prossimi tornei: “Jannik può puntare alla vittoria in ogni torneo su qualsiasi superficie. Alcuni pensano che per le sue qualità di gioco e per le caratteristiche di adattamento può anche essere protagonista sull’erba. Senza spingersi troppo oltre, ora ci sono due tornei importantissimi. Le variabili sono comunque tantissime, prima di tutto gli avversari e poi soprattutto anche la composizione del tabellone. Sicuramente essere numero otto può aiutarlo. Lui ha l’ambizione di arrivare fino in fondo e secondo me fa bene a coltivarla”.

Per quanto riguarda il torneo spagnolo di Madrid per Musetti: “Per Musetti sicuramente sarebbe stata un’occasione importante. Per come è andata la stagione, Montecarlo a parte e un po’ Barcellona, il risultato di Madrid è deludente, ma in linea con tutto l’anno. Sembrava aver ritrovato se stesso ed invece è arrivato un altro passo indietro. Roma è sicuramente un bel test per Lorenzo. Noi eravamo convinti che sulla terra fosse un giocatore veramente da corsa, invece ora si deve ritrovare. Speriamo che l’ambiente romano e la settimana di allenamenti lo possa aiutare”.

Su Alcaraz, vincitore del torneo spagnolo: “Alcaraz mi sembra un po’ più maturo e questo dovrebbe spaventare di più gli avversari. Adesso vince le partite senza avere bisogno di stare al 100% su ogni punto. A livello di gioco è sempre lo stesso Alcaraz, con soluzioni e complessità di colpi che forse nessuno ha, mentre ora ha capito che non c’è bisogno di giocare al 100% tutti i punti di ogni partita. Sicuramente a Madrid il tabellone lo ha aiutato molto, ma comunque gli avversari vanno battuti”.

In chiusura, un commento su Matteo Arnaldi: “Mi era sembrato un giocatore interessante alle Next Gen, ma ho visto degli ulteriori miglioramenti. Sicuramente sul piano fisico si sta strutturando bene e soprattutto io sono rimasto davvero impressionante dal suo stile di gioco. E’ un giocatore aggressivo, che non aspetta l’avversario. Un giocatore moderno, che cerca di avere sempre il controllo dello scambio. Bisogna comunque dargli tempo e continuare nel suo processo di maturazione. Sarà interessante vedere la sua crescita”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...