Virgilio Sport

Tiziana Alla, dalla polemica con Donnarumma alla telecronaca dell'ItalDonne

Dopo la bufera per l'intervista al portiere del Psg la giornalista Rai commenterà le azzurre agli Europei, il debutto stasera con Italia-Francia

Pubblicato:

Era stata promossa sul campo dalla neo-direttrice di Raisport, Alessandra De Stefano, ad occupare un ruolo che da sempre era appannaggio dei maschi: Tiziana Alla aveva preso il posto di Alessandro Antinelli come bordocampista della Nazionale e si era subito fatto notare con un’intervista pepata a Gianluigi Donnarumma dopo il tracollo per 5-2 degli azzurri contro la Germania il 14 giugno scorso.

Alla-Donnarumma, che polemica per la frase sugli errori di Gigio

L’ex milanista aveva reagito con rabbia ad una domanda della Alla, che aveva sottolineato la similitudine tra l’errore commesso a Moenchengladbach e quello costato caro al Psg nel ritorno degli ottavi di Champions contro il Real Madrid: “Non è la prima volta che commetti un errore” la domanda della giornalista, alla quale Donnarumma aveva risposto rabbiosamente.

“Quando è capitato? Col Real Madrid che c’era fallo? Se vogliamo fare polemiche su queste cose facciamole. Io faccio un discorso di squadra. Se vuoi dare la colpa a me, sono il capitano, mi prendo le mie responsabilità. Io ho detto che dagli errori si impara, ma voi volete sempre fare polemica sui miei errori”. Ne scaturì una bufera mediatica che però non ha lasciato strascichi. Oggi la Alla passa alla sua passione, sarà telecronista Rai all’Europeo femminile come al Mondiale tre anni fa. Il debutto stasera con Italia-Francia.

Tiziana Alla spiega cosa cambia in una telecronaca femminile

Intervistata da Il Giornale la Alla spiega le differenze linguistiche nel fare una telecronaca al femminile: «Il problema si pose già tre anni fa al Mondiale in Francia. Per quanto possibile si nomina tutto al femminile, la bomber, la centrocampista, la ct. Unica eccezione il portiere: usare l’articolo al femminile fa pensare a un’auto…».

Tiziana Alla torna sul caso-Donnarumma

Inevitabile tornare sulla vicenda che la vide protagonista con Donnarumma : «Io nasco dalle telecronache, ne ho fatte tante negli anni per Rai International. Il bordo campo con l’Italia di Mancini è stata un’esperienza nuova. Il mio esordio purtroppo è avvenuto nella situazione spiacevole del ko con la Macedonia e il mancato pass per il Mondiale. Con Donnarumma nessuna intenzione di creare un can can mediatico, sono convinta di aver fatto solo il mio lavoro e qui chiudo l’argomento».

Infine i pronostici: «I punti di forza delle azzurre? Sicuramente il gruppo, come al Mondiale, un ricambio generazionale gestito con attenzione e saggezza, la grande capacità difensiva e il gioco. Obiettivo minimo arrivare ai quarti. Le avversarie? La Francia è ricca di talento, è numero 3 nel ranking mondiale, attinge a differenza nostra da una base enorme. Ma ha il problema di uno spogliatoio-polveriera: il gruppo del Lione è contro il ct, quello del Psg a favore. Le favorite? L’Inghilterra che al debutto non ha esaltato, poi Francia, Svezia, Norvegia, Olanda. La Spagna senza Hermoso e Putellas ha meno qualità».

La finale è a Wembley, come un anno fa per i maschi…: «Sarebbe un sogno per l’Italia arrivarci e dal punto di vista mediatico oltre che sportivo un trionfo clamoroso. L’Italia ci proverà, la finale è più di una suggestione. E visto che a causa del Covid saltai quella degli uomini, stavolta non mi dispiacerebbe commentare le azzurre…».

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...