Virgilio Sport

Tra Mertens e Spalletti è quasi scontro aperto, scoppia bufera sul web

Polemico botta e risposta a distanza tra l'attaccante belga e l'allenatore del Napoli, i tifosi si schierano sui social

01-05-2022 09:15

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua lunga carriera ha vissuto da inviato importanti eventi come i Giochi Olimpici, i Giochi del Mediterraneo e gli Europei di Calcio. Ha collaborato con importanti agenzie di stampa e quotidiani nazionali. Se fosse un calciatore, sarebbe sicuramente l’uomo d’ordine (e il capitano in pectore). Per Virgilio Sport cura specialmente la sezione dedicata al Calcio

La goleada che ha spedito il Napoli in Champions League dopo due anni di digiuno (manca solo l’aritmetica ma è ormai fatta) è stata lo sfondo di una giornata surreale a Napoli. Il 6-1 al Sassuolo è stato il manifesto di un rimpianto che in città – e nella squadra .- sarà smaltito con fatica per un campionato che avrebbe potuto prendere tutt’altra piega senza gli ultimi, inspiegabili scivoloni. Il Napoli straccia il Sassuolo ma il popolo azzurro contesta, critica, fischia e s’arrabbia. Il tutto mentre volano quasi gli stracci tra il tecnico Spalletti e l’ambiente. Il botta e risposta a distanza con Mertens è paradigmatico.

Mertens da record ma la sua delusione è infinita

148 gol con la maglia del Napoli, terzo gol in due partite di fila giocate da titolare, 11 complessivi in una stagione (uno ogni 111 minuti) dove spesso è stato in panchina. Dries Mertens a Dazn ha sfogato a caldo tutta la sua rabbia: “Tutta la squadra è delusa perchè in 9 anni che sono qua è l’anno in cui si resta più delusi, abbiamo fatto anche 91 punti ma quest’anno le altre non erano più forti di noi, Juve, Roma, Atalanta stanno tutte dietro di noi, abbiamo sognato ma abbiamo sbagliato tutti”.

Per Mertens nessuno era più forte del Napoli

Il belga ha continuato: “Anche noi volevamo vincere ma dobbiamo stare insieme nei momenti belli e in quelli brutti. Speriamo di prendere giocatori forti l’anno prossimo per riprovarci e lo dico anche se io non dovessi esserci. Ho visto le altre squadre: gli altri anni la Juve era troppo forte, era fortissima ma quest’anno non ce n’erano più forti di noi”

Spalletti smentisce Mertens

Quando hanno riportato queste parole a Spalletti il tecnico azzurro si è un po’ risentito e ha risposto così: “Che fossimo più forti degli altri lo abbiamo fatto vedere in determinati momenti ma in altri momenti no. Il campo ha detto che erano più forti di noi, altrimenti è bene che dica chi è stato insufficiente. Sennò deve dare la colpa a qualcuno poi”

Mertens è il nervo scoperto di Spalletti

Da mesi il belga è la pietra dello scandalo per Spalletti. La gente gli contesta da sempre di averlo utilizzato troppo poco. Lui si è preso sempre le responsabilità (“se volete un colpevole del suo scarso minutaggio ce lo avete davanti”) ma risponde sempre rizzelato quando gli si fa notare che anche col Sassuolo schierare Mertens assieme a Osimhen non ha alterato gli equilibri di squadra.

“Abbiamo avuto qualche imbarcata all’inizio, ci ha salvati Di Lorenzo con delle diagonali che fa solo lui. Lui è il top in quel ruolo lì, se non ci mette lo zampino il campione può cambiare la gara”. Come dire: avevo ragione io, si può anche rischiare molto con Mertens trequartista.

In realtà Spalletti non ce l’ha con Mertens. Lo stima molto e avrebbe voluto farlo giocare più spesso ma non con questa rosa dove mancano giocatori di peso, incontristi da battaglia. Mertens può giocare solo come numero 10 ormai (o come vice-Osimhen) ma sempre se dietro c’è un combattente come Anguissa al top della condizione. E sentire che sta trattando Mertens come in passato Totti e Icardi è una ferita enorme per il tecnico azzurro.

Così come Mertens – che però ieri nell’esultanza dopo il gol ha abbracciato tutti in panchina tranne l’allenatore – non vede in Spalletti un nemico anche se non si spiega perchè non sia stato utilizzato più frequentemente.

I tifosi sul web si schierano con Mertens

Nel dualismo si inseriscono anche i tifosi che commentano sui social: “Sono convinto di una cosa, che Mertens non firmerà con Spalletti in panchina e che Spalletti non sarà sulla panchina del Napoli a giugno. Dopo le parole di oggi si è capito che tra i due ci sono dei problemi quindi o l’uno o l’altro e io dico per sempre Mertens”.

C’è chi non ci crede: “Spalletti disse in conferenza che ha detto al presidente di confermare Mertens e che lo considera un grande calciatore. Lo scontro Mertens-Spalletti è un’invenzione dei giornalisti” ma la maggioranza ha capito che qualcosa non va tra i due: “Lui resta con queste dichiarazioni e sono felice. Spalletti a questo punto non lo so ( siamo i più forti, sono deluso è un chiaro attacco all’allenatore)”.

Il web è scatenato: “Se non va via Spalletti è inutile rinnovare Mertens !” e infine: “Mertens unico ad avere il coraggio di dire le cose come veramente stanno…. un campionato così scarso non ricapiterà più e noi ci mangeremo il limone per parecchio tempo…”.

Tags:

Leggi anche:

UniSalute

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Empoli - Lecce
Cagliari - Sassuolo

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...