,,
Virgilio Sport

Truffe di Fortnite, bambini a rischio: ecco come vengono derubati

Un aumento di oltre il 40% dei crimini che hanno coinvolto il gioco, con una perdita di 110 sterline ogni volta

01-02-2019 08:30

Truffe di Fortnite, bambini a rischio: ecco come vengono derubati Fonte: 123RF

Qualche tempo fa vi avevamo parlato di come Fortnite fosse utilizzato nel dark web per riciclare denaro sporco. Non è l’unico utilizzo illecito, purtroppo: il Battle Royale firmato Epic Games, infatti, è un gioco amato molto dai truffatori e le loro vittime preferite sono proprio i bambini. Che cosa è successo?

La vicenda è stata riportata da Action Fraud, che ha denunciato l’uso di Fortnite da parte dei truffatori: si tratterebbe, in sostanza, di furto di dati bancari. Un fenomeno che che continua a crescere: si parla, infatti, un aumento di oltre il 40% dei crimini che hanno coinvolto il videogioco, con una perdita in media 110 sterline ogni volta. Come avviene la truffa? I criminali convincono gli utenti (per lo più ragazzini di 12 anni) a utilizzare un sito web in cui comprare gratuitamente valuta online da riutilizzare nel gioco.

Naturalmente per ‘verificare’ che il loro account sia reale, i giocatori (vittime) devono consegnare ai truffatori i propri dati bancari. Ecco allora che il controllo dei genitori gioca un ruolo fondamentale, per evitare di lasciarli cadere in trappole architettate da criminali.

Secondo i dati riportati dal Sunday Telegraph, è emerso che tra maggio e novembre del 2018, ci sono state 50 segnalazioni di frodi alla hotline di Fortnite. Una cifra in crescita rispetto ai numeri precedenti: tra settembre e aprile 2018 le segnalazioni erano solo 35. Esisterebbero diversi siti truffa Fortnite sia su Facebook sia su YouTube. Per attirare il maggior numero di persone, soprattutto bambini, i portali promettevano anche l’opportunità di vincere uno smartphone o una nuova console di gioco.

Dopo la denuncia, sempre secondo quanto riportato dal Sunday Telegraph, Facebook e YouTube avrebbero rimosso tutte le pagine di truffa e i video incriminati. Un portavoce di YouTube ha dichiarato: “Utilizziamo team di revisori di contenuti altamente qualificati per determinare se i video violano le nostre Norme della community e si impegnano a rimuovere rapidamente questo contenuto offensivo”. Mentre Facebook ha deciso di non commentare.

Voi che ne pensate?

HF4

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...