,,
Virgilio Sport SPORT

Tutti in lacrime per Boniperti, sua la frase-simbolo della Juve

Il mondo del calcio piange la scomparsa dell'ex presidente bianconero, il ricordo dei suoi pupilli

Giampiero Boniperti non era solo l’ex bomber, l’ex dirigente, l’ex presidente. Giampiero Boniperti è stato e sempre sarà la faccia della Juventus. La notizia della scomparsa dell’uomo che per decenni ha rappresentato i bianconeri da giocatore e da presidente ha colpito al cuore tutto il mondo del calcio che oggi lo piange come figura esempio di un’epoca che non c’è più. E tutti lo ricordano con la frase simbolo da lui coniata e che rappresenta il dna Juve. Fu lui a inventare quel motto che vale anche adesso in casa Juve: “Vincere non è importante ma è l unica cosa che conta”. 

Da giocatore prendeva come premi partita le mucche

È diventata leggenda la storia dei premi che Gianni Agnelli gli dava per ogni rete segnata; gli veniva regalata una mucca, che lui andava a prendere direttamente nei poderi della famiglia Agnelli. Il fattore, a un certo punto, si lamentò, dicendo che Giampiero gli portava via le mucche più belle e, per giunta, gravide.

Fu Boniperti a scoprire Del Piero

L’ultimo grande colpo da presidente fu Del Piero. Di lui disse: «Del Piero mi assomiglia nell’amore per la squadra, nella fedeltà, credo anche nella serietà. Anche se io ero molto più carogna di lui. Ma avevo un vantaggio: non c’era la televisione, e potevo menare come e quanto volevo. Però ne prendevo anche un sacco, devo dire»

Il ricordo di Aldo Serena

Tra i primi a commentare su twitter la morte di Boniperti c’è Aldo Serena che scrive: “Convocato in sede: “Aldo, solo per dirti che se giochi tutte le partite con quella grinta e non fai goal, a me va benissimo lo stesso”. Mi sarei buttato nel fuoco per lui. Aveva compreso il mio momento di difficoltà e mi era stato vicino. Boniperti, un uomo che sapeva capire”.

I tifosi ricordano Boniperti con commozione

Poi arrivano a valanga i ricordi di tutti i tifosi: “sei il ricordo della mia gioventù, della mia juve, di Michel, gli anni più belli, ti ho ammirato molto mancherai “vincere è l’unica cosa che conta” o anche: “La Juve non è importante, è l’unica cosa che conta. Non era solo un simbolo, un pilastro, l’essenza della Juve. Era proprio LA Juve” e ancora: “ Ciao Presidente. Ritroverai compagni di viaggio che non abbiamo dimenticato e da lassù continuerete ad amare e proteggere la nostra Juve” e poi: “ Salutaci Scirea, Andrea Fortunato, l’ Avvocato … salutami papà che ti ammirava con profondo rispetto. Sono certa che guarderete la vostra juve da una angolatura privilegiata. Buon viaggio, nostro amatissimo Presidente. Vincere sarà sempre l’ unica cosa che conta

SPORTEVAI | 18-06-2021 08:56

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...