Virgilio Sport

Varriale si schiera su caso-Ronaldo, bufera social

Polemica accesa dopo le dichiarazioni del Ministro Spadafora

16-10-2020 09:20

La miccia l’ha accesa il ministro dello sport Spadafora, rispondendo senza se e senza ma che Ronaldo ha infranto il protocollo nell’andare e tornare dal Portogallo. Una frase che non è piaciuta per niente ad Andrea Agnelli. Il presidente della Juve ha subito ribattuto: “Spadafora ha detto che Ronaldo ha violato il protocollo? Dovete chiamare il ministero della Salute e degli Interni e farvi spiegare cos’ha violato. Io per la Juventus applico il protocollo federale. Se poi uno viene preso a 150 chilometri all’ora dall’autovelox, io non so spiegarle perché l’autovelox era lì e perché funzionava. Bisogna chiederlo alle autorità competenti. Io sono un dirigente sportivo e mi curo di quello”.

Duro botta e risposta Spadafora-Agnelli

Non è mancata la controreplica del Ministro: “La domanda era su andata e ritorno. A quel che risulta in merito all’andata è stata la stessa società a segnalare alla Asl che alcuni giocatori avevano ‘rotto’ l’isolamento fiduciario senza averne l’autorizzazione, tanto che il direttore del dipartimento di prevenzione della Asl di Torino ha dichiarato di aver dovuto trasmettere in Procura i nomi”.

Varriale attacca Ronaldo e sta con Spadafora

Sul tema si è espresso anche Enrico Varriale. Il vicedirettore di Raisport ha twittato: “All’andata Ronaldo sicuramente non è stato autorizzato tanto che l’autorità sanitaria ha segnalato la cosa e la Procura Federale ha aperto un fascicolo di indagine. Al ritorno il volo dal Portogallo è stato invece autorizzato. I fatti separati dalle opinioni”.

I tifosi della Juve replicano sdegnati a Varriale

Un tweet che ha scatenato centinaia di repliche piccate da parte degli juventini: “No, è diverso. Il fatto che sia stato aperto un fascicolo dalla Procura non significa necessariamente che non ci siano state autorizzazioni, quello lo dovranno decidere i magistrati. Pertanto il “sicuramente” è fuori luogo” o anche: “All’andata fu la stessa Juve a comunicare all’Asl competente lo spostamento di CR7 che era comunque negativo. Può rischiare al massimo una sanzione di € 400. Il ritorno è stato autorizzato dall’autorità sanitaria. Ed un ministro certe cose dovrebbe saperle”.

Fioccano le reazioni: “Direi che in questo momento, volendo parlare di indagini della Procura Federale riguardanti violazioni del Protocollo, il fascicolo più voluminoso riguardi il Napoli. Isolamento non disposto per giorni, altro che una convocazione in Nazionale gestita in modo trasparente” e ancora: “Invece dei protocolli violati dal Napoli e dai suoi giocatori nulla come al solito, non ha nulla da dire? Come mai sono scomparsi i video degli allenamenti,come mai Milik è andato con la nazionale violando la bolla, come mai Martens era in giro per i ristoranti di Napoli? Mistero.” e infine: “Stai tranquillo Errì, ho già presentato interrogazione per avere chiarimenti da Spadafora. Lui dice che Ronaldo non ha pagato il biglietto, è un portoghese”.

Varriale si schiera su caso-Ronaldo, bufera social Fonte: Ansa

Leggi anche:

Caricamento contenuti...