Virgilio Sport

Volley Nations League: l’Italia ribalta il Brasile e prenota la fase finale

Il 3-1 finale vale più di un’ipoteca sulla partecipazione degli Azzurri alle Final Eight. Ora l'obiettivo è centrare il quarto posto. Giovedì di nuovo in campo contro il Canada

04-07-2023 15:00

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Meglio di così non poteva cominciare la terza settimana di Nations League dell’Italvolley di Fefè De Giorgi: il Brasile s’illude troppo presto di poterla fare franca, letteralmente ribaltato dalla voracità con la quale la battuta di Romanò e compagni riesce a fare breccia nelle crepe della difesa verdeoro.

Il 3-1 finale vale più di un’ipoteca sulla partecipazione degli Azzurri alla fase finale della manifestazione, ma soprattutto conferma la solidità di un gruppo che una volta ritrovata buona parte dell’intelaiatura della squadra che solo 9 mesi fa ha conquistato il titolo mondiale ha dimostrato di poter mettere alla berlina qualunque avversario, risalendo in fretta dalla beffa subita nel primo set.

Prova di carattere degli Azzurri di De Giorgi

Il Brasile c’ha provato, trovando punti pesanti dalle mani di Honorato, ma vedendosi poi costretto a mischiare le carte nel tentativo (fallito) di riportare la gara sui binari desiderati. De Giorgi, nel primo match dell’ultima settimana di Nations League, s’è affidato ai big schierando Giannelli e Romanò in diagonale, Lavia e Michieletto come schiacciatori, Russo e Galassi al centro con Scanferla (sostituto last minute di Balaso, rientrato in Italia per problemi personali) e Piccinelli ad alternarsi nel ruolo di libero.

Assetto che ha risposto presente nel corso di un primo set equilibratissimo, nel quale un muro del perugino Flavio e un ace di Honorato hanno spezzato la parità prolungata consegnando al Brasile due preziosi punti di vantaggio, conservati anche dopo la nuova parità trovata da Galassi (a muro) prima del nuovo break firmato al servizio da Lucarelli e alla chiusura consegnata al mani out di Henrique.

Piccole sbavature che per qualche scambio tolgono certezze a un’Italia costretta a inseguire subito nel secondo set (sotto 0-4), rimessa però sui binari desiderati da un poderoso turno di battuta di Micheletto, lesto a ricucire lo strappo.

Romanò e Giannelli confezionano altri punti pesanti, togliendo certezze a un Brasile che comincia a forzare (male) in attacco, consegnando all’Italia un comodo allungo per andare a conquistare la parità senza grossi patemi.

Battuta super: l’Italia spacca la partita

Dai nove metri la sinfonia è tutta tricolore: nel terzo parziale tocca a Lavia spaccare in due la partita, con un turno di battuta che fa scivolare i verdeoro sul -5 dopo che le prime fasi si erano mostrate assai equilibrate.

Renan Dal Zotto, coach brasiliano con un passato piuttosto illustre in Italia (con Parma vinse praticamente tutto a cavallo tra gli anni ’80 e ’90), le prova tutte per arginare l’ondata azzurra, inserendo anche Kreling “Cachopa” al posto di Bruno, ma la mossa non porta alcun dividendo. Al servizio l’Italia continua a far male (anche Russo va a segno) e con l’attacco che gira senza sosta la vita è fin troppo facile per scappare sul 2-1.

Il quarto set sulle prime sembra confermare le difficoltà dei brasiliani, che s’affidano alla qualità di Lucarelli per rimettere il naso avanti (6-7) prima di beccare altri due ace di Michieletto per il 13-10 azzurro.

Il Brasile ha un ultimo sussulto con Honorato che trova la parità a 17, poi però altre sbavature offensive consegnano all’Italia i palloni per chiudere i giochi, con Lavia che firma il 13esimo ace azzurro di giornata completando la rimonta. Best scorer di giornata Romanò (20 punti e 4 ace), ma spiccano anche i 4 muri di Galassi (su 7 totali).

Di nuovo in campo giovedì contro il Canada

L’Italia tornerà in campo giovedì mattina contro il Canada, l’avversario (sulla carta) più morbido dell’ultimo giro di gare prima della fase finale del torneo. Saranno le successive sfide contro Slovenia e soprattutto Giappone (unica squadra ancora imbattuta) a determinare la posizione finale dei ragazzi di De Giorgi, che pure battendo il Brasile hanno risolto buona parte dei potenziali problemi che il calendario avrebbe loro offerto nelle ultime giornate.

L’obiettivo è cercare di chiudere tra le prime quattro, garantendosi così la possibilità di essere testa di serie nel quarto di finale in programma a Danzica il 19/20 luglio. A conti fatti però la posizione finale non è troppo rilevante: la final eight in terra polacca potrebbe rimescolare in fretta le carte, specie adesso che un po’ tutte le nazionali (Italia compresa) hanno riproposto in campo tutti i big dopo gli esperimenti delle prime giornate.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...