Virgilio Sport

Coppa d'Asia, Mancini vince col pasticcio Var: Arabia Saudita-Oman 2-1, ma l'arbitro aveva capito male

Vittoria in rimonta per l'Arabia Saudita di Mancini sull'Oman nella prima partita di Coppa d'Asia: match segnato da un clamoroso equivoco nel finale tra arbitro e sala VAR.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Buona la prima per Roberto Mancini in Coppa d’Asia. L’Arabia Saudita, la Nazionale guidata dall’ex Ct azzurro, ha superato 2-1 l’Oman in rimonta. Partita che passerà alla storia, soprattutto, per un clamoroso pasticcio VAR, un’incredibile misunderstanding tra il direttore di gara, l’australiano Shaun Robert Evans, e il suo omologo in sala video: l’arbitro aveva capito infatti che il gol decisivo di Al-Boleahi, realizzato al 6′ di recupero, era viziato da fuorigioco e aveva segnalato l’offside. Invece no, si era sbagliato: e lo ha comunicato ai calciatori dell’Oman che, nel frattempo, avevano già ripreso il gioco con un rilancio lungo, scatenando invece il delirio dei sauditi e dei loro tifosi.

Mancini vede i fantasmi, poi la rimonta finale

Al di là del clamoroso pasticcio arbitrale finale, Mancini e i suoi hanno visto i fantasmi. L’ex commissario tecnico dell’Italia, infatti, già alle prese con la fronda e il conseguente “ammutinamento” da parte di tre calciatori di spicco della Nazionale, dopo 14′ si è ritrovato sotto. Oman in vantaggio grazie a un calcio di rigore trasformato da Al Yahyaei e, soprattutto, capace di replicare colpo su colpo alle iniziative dei più quotati avversari. All’intervallo Arabia Saudita sotto: 0-1.

Pasticcio Var: Oman disperato, sauditi in festa

Nella ripresa, anzi nell’ultimo quarto d’ora, il clamoroso ribaltone. A firmare il pareggio ci ha pensato Ghareeb, uno dei nuovi entrati, autore di una micidiale serpentina in area avversaria coronata da un bel destro a rientrare al minuto 33. Poi, al 6′ degli otto di recupero concessi dall’arbitro australiano, l’episodio decisivo: sponda di testa in area, zuccata vincente di Al-Boleahi (in posizione regolare) e guardalinee che alza la bandierina. Quindi il check, lungo e laborioso, e la comunicazione all’arbitro Evans che capisce male: fuorigioco. Invece il gol è buono, il direttore di gara si scusa e i sauditi si scatenano, mentre quelli dell’Oman ci rimangono malissimo. Impassibile Mancini a bordo campo.

Coppa d’Asia: Arabia Saudita di nuovo in campo il 21

Arabia Saudita a quota tre punti in classifica, dunque, dopo la prima giornata di gare nel gruppo F. Al comando però c’è la Thailandia, che ha superato con un perentorio 2-0 il Kirgizistan. Domenica 21 gennaio Mancini e i suoi torneranno in campo proprio contro il Kirgizistan, per poi concludere la fase a gironi il 25 contro i thailandesi. Per la qualificazione non dovrebbero esserci problemi: passano le prime due più le quattro migliori terze.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...