,,
Virgilio Sport

Cristiano Ronaldo non ne può più dello United. E Berlusconi dice la sua

Ieri dopo la disfatta col Brentford CR7 non è andato a salutare i tifosi dei Red Devils e non ha stretto la mano al tecnico ten Hag. Il patron dei brianzoli smentisce ma la suggestione Monza è forte.

14-08-2022 11:30

Conoscendo il personaggio, abituato solo a vincere e a non accettare le sconfitte, non ci si dovrebbe stupire della sua reazione, ma Cristiano Ronaldo ieri non ha preso affatto bene la disfatta subita dal suo Manchester United contro il Brentford al Community Stadium di Londra per 4-0.

Cristiano Ronaldo ha preso malissimo la sconfitta col Brentford

Secondo il Manchester Evening News il fuoriclasse portoghese subito dopo la fine partita avrebbe avuto un colloquio con il vice allenatore dei Red Devils Steve McLaren, che gli avrebbe consigliato di avvicinarsi al settore dei suoi tifosi per salutarli in segno di consolazione, ma CR7 non l’ha fatto ed è immediatamente rientrato negli spogliatoi, rifiutandosi anche di stringere la mano al tecnico Erik ten Hag.

Una situazione di altissima tensione insomma tra lo United e Cristiano, che dura ormai da troppo tempo. E pensare che il portoghese ha lasciato esattamente un anno fa la Juventus per tornare a vincere la Champions League con la squadra che lo ha lanciato come star del calcio mondiale. Invece, non solo la Champions non l’ha vinta, ma non è riuscito nemmeno a qualificarsi per quella di quest’anno. E visto l’inizio di stagione disastroso (sconfitta per 2-1 col Brighton prima di quella di ieri) c’è da temere che le cose possano andare anche peggio.

Inizio disastroso per lo United che coinvolge anche Eriksen

Il Manchester United non perdeva le prime due partite di Premier League dal 1992-1993. Allora vinse il campionato ma in panchina aveva l’uomo che, insieme a Matt Busby, ha costruito la leggenda di questo club, e cioè Sir Alex Ferguson. La crisi di quest’anno coinvolge anche Christian Eriksen, arrivato anche lui ai Red Devils con grandi ambizioni ma ieri travolto nel marasma generale contro la squadra nella quale ha ripreso a giocare l’anno scorso. Se però Eriksen è tutt’altro che intenzionato ad andar via, è evidente che CR7 non ne può più e, anche se costa carissimo, una squadra la potrebbe trovare.

Per Cristiano Ronaldo suggestione Monza ma Berlusconi smentisce

Per esempio, perché non il Monza di Silvio Berlusconi visto che l’agente di Cristiano l’ha proposto a Milan e Inter che hanno seccamente rifiutato? Ieri il patron dei brianzoli al termine della partita persa col Torino ha risposto così alla possibilità che il portoghese possa approdare alla neopromossa lombarda.

Cristiano Ronaldo se ne va dallo United? Beato lui, ma non abbiamo mai fatto un pensiero per Cristiano al Monza, questi grandissimi giocatori non vengono in una neopromossa… non c’è possibilità”.

Considerato che spesso le dichiarazioni dell’ex premier sono state smentite spesso dai fatti, per esempio quando smentì quasi con le stesse parole che Alessandro Nesta sarebbe arrivato al Milan e invece pochi giorni dopo effettivamente ci arrivò, perché i tifosi del Monza non dovrebbero essere autorizzati a sognare?

Cristiano Ronaldo non ne può più dello United. E Berlusconi dice la sua

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...