,,
Virgilio Sport SPORT

Da uomo chiave a riserva della Lazio: l'involuzione di Luis Alberto

Con l'inserimento di Basic, il centrocampista ha perso i gradi di titolare nella Lazio di Sarri: il tecnico non è soddisfatto del suo rendimento.

23-10-2021 09:38

Una guerra fredda che presto potrebbe trasformarsi in un vero e proprio caso. Il rapporto tra Maurizio Sarri e Luis Alberto non decolla, anzi. Tra l’allenatore della Lazio e il centrocampista spagnolo si respira un’aria tesissima, che – considerando i due caratteri a dir poco fumantini – presto potrebbe diventare una grana all’interno dello spogliatoio biancoceleste.

L’inserimento di Toma Basic ha relegato Luis Alberto al ruolo di riserva nel 4-3-3 disegnato dall’allenatore della Lazio. In pochi mesi, l’ex Liverpool è passato dall’essere una pedina fondamentale dello scacchiere tattico della formazione capitolina sotto la guida di Simone Inzaghi a una parte da comparsa. Non appena ha ritenuto pronto il croato, Sarri ha deciso di puntare proprio sull’ex Bordeaux e su Milinkovic-Savic nel ruoli di mezzali accanto a Leiva.

I due non sono stati risparmiati nemmeno in Europa League, con Luis Alberto che è andato per la seconda volta di fila in panchina dopo l’esclusione contro l’Inter. Una scelta che lo spagnolo non ha digerito, come dimostra il ‘mi piace’ polemico su Twitter al commento di un tifoso che ironizzava sulle parole di Sarri (“Luis Alberto e Milinkovic insieme? Per ora no”) in relazione alla gestione Inzaghi e alla coesistenza dei due nel centrocampo biancoceleste. Un ‘like’ stampato e non ancora tolto che pesa come un macigno e conferma il rapporto non proprio idilliaco tra il tecnico della Lazio e lo spagnolo.

Curiosamente, la mossa social di Luis Alberto è arrivato a pochi giorni di distanza dall’intervista dell’ex Liverpool a Rivista Undici, in cui aveva esaltato la filosofia di Maurizio Sarri.
“Con lui ci divertiremo, possiamo fare meglio del suo Napoli”.

In questo avvio di stagione, Milinkovic e Luis Alberto hanno giocato insieme solamente 5 volte su 11. Dopo la sfida della terza giornata contro il Milan a San Siro, persa per 2-0 ai biancocelesti, Maurizio Sarri ha iniziato a immaginare una Lazio senza il ‘Mago’, ma con più equilibrio con Basic al posto dello spagnolo.

In campionato, Luis Alberto è partito due volte dalla panchina, ma tutto lascia pensare che domenica contro il Verona arriverà la terza. Le parole di Sarri dopo la partita contro il Marsiglia hanno confermato l’idea del tecnico biancoceleste, non ancora soddisfatto del rendimento in allenamento e in partita dello spagnolo.

“È difficile in questo momento immaginare Luis e Sergej insieme, l’ultima partita contro l’Inter ci ha detto di no, ma se la squadra riuscirà a trovare più equilibri è un’ipotesi che si potrà proporre. Vedendo i dati di Luis Alberto ho capito che è più adatto a momenti di partita in cui i ritmi sono più dolci”.

La scintilla tra Sarri e Luis Alberto non è ancora scoccata. Il rapporto tra i due è iniziato in salita in estate ed è peggiorato nel corso del tempo. E l’ennesimo ‘colpo di testa’ del ‘Mago’, già protagonista nella passata stagione fuori dal campo con la polemica nei confronti della società sui soldi spesi per l’aereo, potrebbe spingere la società a valutare l’addio già a gennaio.

Un sacrificio che, secondo il Corriere dello Sport, Maurizio Sarri accetterebbe di buon grado in cambio di un difensore centrale una mezzala al posto dello spagnolo.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...