,,

Virgilio Sport

Djokovic, US Open ancora a rischio: chiamato in causa Biden

Il serbo, vincitore dell’ultimo torneo dello Slam disputato sull’erba di Wimbledon, potrebbe non essere della partita a Flushing Meadows perché non vaccinato.

29-07-2022 17:04

Rischia di saltare il secondo torneo dello Slam della sua stagione Novak Djokovic il quale potrebbe pagare a caro prezzo la sua decisione di non vaccinarsi contro il Covid-19.

US Open, perché Djokovic rischia di non partecipare

Da non vaccinato infatti, secondo l’attuale legislazione nordamericana, il serbo non può fare ingresso negli Stati Uniti dove, dal 29 agosto all’11 settembre prossimi, è in programma l’ultimo torneo dello Slam della stagione, ovvero gli US Open.

A quest’ultimi però Djokovic, vincitore qualche settimana del suo settimo titolo a Wimbledon, a meno di clamorosi e inaspettati cambiamenti rischia seriamente di non prender parte.

Caso US Open, l’intervento in favore di Djokovic

La possibilità, dunque, che Djokovic vada incontro a un’esclusione simile a quella patita a inizio anno in occasione degli Australian Open è reale.

Per questo, sono in tanti di recente ad essersi schierati dalla parte del serbo supportando a gran voce la sua causa. Fra questi, nelle ultime ore, ha destato particolare scalpore Nebojsa Jovanovic il quale, senza farsi troppi problemi, per sbloccare la situazione e consentire la partecipazione del serbo al torneo di Flushing Meadows ha deciso di inviare una lettera niente meno che al Presidente degli Stati Uniti Biden.

Djokovic agli US Open, la lettera a Biden

Nella lettera in particolare Jovanovic cita la clausola legale 10294 inserita nel Proclama presidenziale secondo la quale può essere concessa un’esenzione agli stranieri non vaccinati qualora il loro arrivo negli Stati Uniti rappresenti un evento di rilievo e interesse nazionale.

“Gli US Open sono il più grande torneo di tennis del mondo, ma perdono questo status senza Novak Djokovic. Data la situazione economica e la crisi a tutti i livelli, gli Stati Uniti dovrebbero permettere a Novak Djokovic di partecipare al torneo che ha già vinto tre volte” si legge nell’appello rivolto a Biden da Jovanovic.

“Il tennista serbo non rappresenta una minaccia per la sicurezza del Paese. È una delle persone più sane al mondo grazie alla sua vita disciplinata e funge da modello e ispirazione per milioni di persone in tutto il mondo. Ha appena vinto il suo settimo torneo di Wimbledon a Londra” chiude la sua lettera Jovanovic, il cui gesto potrebbe smuovere qualcosa attorno ad una situazione decisamente intricata.

Djokovic, US Open ancora a rischio: chiamato in causa Biden Fonte: Getty

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...