Virgilio Sport

Dopo due mesi, Donnarumma ritorna in campo

Il portiere Azzurro ritorna in campo dopo quasi due mesi dall'ultima volta: e, soprattutto, dopo le due panchine al PSG, suo nuovo club.

Pubblicato:

Dopo due mesi, Donnarumma ritorna in campo Fonte: Getty

Incredibile ma vero. Gianluigi Donnarumma non scende in campo, non difende una porta e non para da quasi due mesi pieni: la finale di Wembley vinta contro l’Inghilterra grazie anche e soprattutto alla sua prestazione ai rigori è, di fatto, l’ultima gara ufficiale disputata dall’MVP di Euro 2020 che, com’è noto, al PSG non ha ancora visto il campo.

Solo gare da spettatore per lui da quando ha firmato con i parigini, e nello specifico panchina nelle prime due da quando è stato convocato per la prima volta: non sappiamo ancora se Mauricio Pochettino ci ripenserà a breve, preferendolo a Keylor Navas, ma per adesso le gerarchie sembrano evidenti. L’ex Real Madrid titolare, l’ex Milan in panca: in attesa della Champions League, che diraderà le nubi, risolvendo i dubbi.

Intanto, per Donnarumma la gara tra Italia e Bulgaria sarà la prima ufficiale della stagione 2021/22: riparte dal rigore parato a Sancho e dal tiro respinto a Saka, con l’esultanza, divenuta iconica, tra l’inconsapevole e la goia finale. Riparte, insomma, da quel che è: uno dei portieri più forti al mondo, se non il più forte in assoluto.

Ha dalla sua la giovane età e un futuro caratterizzato da successi: su questo possiamo esserne certi. Il presente, però, fatto di scelte (l’addio al Milan) e di opportunità (giocare nella squadra, come organico, più forte del Mondo è una chance troppo rara), dice che solo un altro Azzurro non è ancora sceso in campo in questa stagione, Domenico Berardi.

Il suo caso è diverso: per Berardi è stata un’estate travagliata, soprattutto pensando alle parole della dirigenza del Sassuolo che più volte ha fatto riferimento alla volontà dell’attaccante di lasciare i neroverdi. Dalla prossima, comunque, sarà regolarmente arruolabile.

Fa più scalpore il caso Donnarumma: un po’ perché a 22 anni e con in bacheca gli Europei vinti da protagonista non ti aspetti di far panchina, un po’ per l’aspetto economico legato a stretto giro alle sorti del PSG. Di questo ai tifosi importa il giusto.

Si riprenderà il suo posto, in un modo o in un altro: intanto riparte dal Franchi e da un campo italiano. Uno di quelli che ha deciso di lasciare per andare a giocare in Ligue 1, e che forse durante le prime gare vissute in panchina ha rimpianto un po’.

Riparte da Sancho e Saka: dalla maglia Azzurra e dal ricordo di uno stadio in festa, Wembley, proprio mentre non aveva capito di aver vinto. Di essere stato lui l’autore del miracolo, della rimonta compiuta. Riparte, insomma, dalla porta: quella che spera di difendere presto al PSG, mettendo a tacere le chiacchiere sul suo conto.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...