Virgilio Sport

Emiliano Sala, il toccante ricordo dell'Arsenal

La società londinese ha inserito il nome del ragazzo nella lista ufficiale dei calciatori ospiti.

Pubblicato:

Emiliano Sala, il toccante ricordo dell'Arsenal Fonte: 123RF

Emiliano Sala avrebbe dovuto giocare quella partita. Sarebbe stata la prima con il Cardiff City, il club per il quale aveva firmato dopo avere chiuso la sua esperienza con il Nantes. Invece è andata come tutti sappiamo, purtroppo.

In occasione del match tra l’Arsenal e i gallesi l’Emirates Stadium si è fermato per ricordare lo sfortunato attaccante argentino, vittima di una tragedia aerea, e la società londinese ha inserito il nome del ragazzo nella lista ufficiale dei calciatori ospiti.

Davvero toccanti le modalità scelte per omaggiare lo sfortunato giocatore itali-argentino, perché oltre alla scelta dell’Arsenal di inserire il suo nome nella distinta e oltre al mazzo di fiori depositato dai giocatori di entrambe le squadre, i Gunners hanno aggiunto alla stessa distinta anche un fiore giallo.

Di Emiliano Sala, che il 31 ottobre ha compiuto 29 anni, non si sa più nulla dalla notte del 21 gennaio, quando si sono perse le tracce del Piper che avrebbe dovuto portarlo da Nantes a Cardiff, sparito dai radar al largo di Alderney.

Acquisto più costoso del club gallese, il ragazzo è disperso insieme al pilota del piccolo aereo e ogni ricerca è stata vana. Le speranze di trovarlo in vita si sono ormai spente, ma la famiglia non vuole arrendersi. La sorella Romina ha chiesto disperata alla polizia di proseguire le ricerche: “Vogliamo ringraziare i due club, i tifosi e tutti coloro che stanno cercando Emiliano, ma il mio messaggio è per favore, per favore, per favore non fermate le ricerche. Nel profondo del mio cuore so che Emiliano è ancora vivo, lui è un combattente. So che lui e il pilota sono da qualche parte. Noi non ci arrenderemo”,

Il senso di dolore e impotenza sta avvolgendo l’intero mondo del calcio. Il tecnico che avrebbe dovuto allenarlo in Galles, Neil Warnock, ha dichiarato di aver pensato addirittura di lasciare il calcio: “Alleno da 40 anni ed è stata la settimana più difficile della mia carriera. Per 24 ore al giorno nell’ultima settimana ho pensato di lasciare, ma devo andare avanti”.

 

SPORTAL.IT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...