Virgilio Sport

Esclusiva: De Angelis tranquillizza i tifosi di Valentino Rossi

Alex De Angelis, apprezzato veterano del Motomondiale, ha parlato di sé, del futuro della MotoGp e di Valentino Rossi.

Pubblicato:

Esclusiva: De Angelis tranquillizza i tifosi di Valentino Rossi Fonte: 123RF

Intervistato in esclusiva da Virgilio Sport, il pilota sanmarinese Alex De Angelis, veterano del Motomondiale con esperienza in Superbike e attualmente impegnato in MotoE, ha raccontato come sta affrontando questi giorni di isolamento forzato, dando un suo parere sul futuro della stagione motociclistica.

“Io sto bene, la mia famiglia sta bene, sono a casa con il mio papà e mi alterno tra le stanze di casa e il garage” ha detto. “Purtroppo è impossibile allenarmi come al solito, ma cerco alternative: intorno alle 17.30 faccio attività fisica in casa grazie a videolezioni in diretta con la mia palestra, ho anche degli attrezzi in casa. Certo, le giornate sono più lunghe, ma dobbiamo rispettare le regole”.

“Mi manca tantissimo la moto – ha poi detto il pilota classe 1984 -. Io dico sempre di aver la fortuna di essere pagato per una cosa per cui all’inizio pagavo io, cioè correre in pista. Il fatto di non poterlo fare adesso è difficile, ma forse è più difficile non poter fare la vita di tutti i giorni”.

De Angelis è intervenuto sulla questione legata ai rinvii delle gare del Motomondiale: “Nessuno può neanche fare una stima della ripartenza, ma una cosa è certa: non si potrebbe definire un vero mondiale sulla base di pochissime gare. Non avrebbe neanche senso incoronare un campione del mondo sulla base di poche gare, per esserlo ne devi affrontare 18/19. Certo, una volta che sarà dato il via libera bisognerà pensare a un sacco di fattori: penso ai tanti viaggi, ai continui spostamenti. Non so come quest’emergenza possa cambiare la prospettiva in futuro”.

Il vicecampione del mondo 2003 della classe 125 ha anche affrontato l’argomento Valentino Rossi, e del futuro del campione di Tavullia anche alla luce dei cambiamenti dovuti all’emergenza Covid-19. “Valentino adesso sarà deluso, è innegabile. Come tutti i piloti sentirà anche lui la mancanza della pista”.

“Questa pausa forzata potrebbe cambiare le carte in tavola per quel che riguarda il suo futuro – ha detto De Angelis, riferendosi ancora al ‘Dottore’ –: io penso che, se questa stagione dovesse saltare, potrebbe restare in Yahama cambiando colori nel 2021, accettando di passare al Team Petronas. In fondo la Yamaha gli ha garantito una moto competitiva e lui stesso non ha perso la voglia di correre. Anche qui, però, potremo capire cosa succederà solo se e quando si tornerà alla normalità”.

Il centauro 36enne ha infine parlato della sua nuova avventura, la MotoE: “E’ un gran bel campionato, racchiude in sé le tecniche delle varie categorie in cui ho corso. In uscita dalle curve lente, ad esempio, l’approccio migliore è quello che si avvicina allo stile delle MotoGp, mentre il modo di affrontare le curve veloci è più simile a quello di Moto2 e Moto3. Al momento, però, è una classe più adatta ai veterani, viste alcune caratteristiche un po’ particolari, non ultima quella della lunghezza delle gare, molto più brevi rispetto ai campionati classici. Ai giovani consiglio di provare la trafila nel Motomondiale. Detto questo, la MotoE è un campionato comunque divertente”.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...